rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
un racconto drammatico

Eleonora Pedron, la drammatica morte della sorella: "Ricordo le urla di mia madre"

Vittima di un incidente stradale da bambina. La stessa sorte è toccata anni dopo al papà dell'ex Miss Italia

E' una storia terribile quella che Eleonora Pedron ha vissuto e che racconta nel suo libro, 'L'ho fatto per te'. L'ex Miss Italia ha perso sua sorella Nives quando aveva 9 anni, in un incidente stradale, stessa sorte toccata anni dopo al padre. 

La showgirl ne ha parlato a Verissimo, provando a lanciare un messaggio positivo nonostante quel dolore insanabile che ha segnato per sempre la sua vita: "Dal dolore ci si può rialzare. Ovviamente resta la ferita, ma probabilmente è giusto così. E' giusto che resti perché si possa ricordare l'amore che si è provato". Con Silvia Toffanin si è lasciata andare a ricordi di quei terribili momenti: "Avevo solo 9 anni quando mia madre e mia sorella hanno avuto un incidente in auto. Entrambe sono state all'ospedale, poi mia madre è tornata a casa. Ero piccola, ma ricordo tutto. Facevo finta di niente - ha raccontato - di non aver capito perché non volevo vedere i miei genitori tristi e ho sempre cercato di farli ridere. Poi la chiamata di quella notte. Io dormivo ma mi sono svegliata e ho sentito mio padre andare a rispondere. 'Nives è morta, non c'è più'. Ricordo le urla di mia madre, riusciva solo a dire il suo nome". Un lutto inaccettabile, "però la vita va avanti" ha detto ancora Eleonora Pedron, spiegando: "I miei genitori sono andati avanti per me e Nicola, il fratellino che è arrivato anni dopo". 

La morte del padre

Lo stesso destino atroce, anni dopo, per il padre della modella. Quando in casa sembrava essere tornata la serenità, un'altra batosta: "L'incidente del 13 maggio 2002 ci ha fatti ricadere nel baratro. Dovevo andare da sola a quel provino di Striscia la Notizia e invece mio padre voleva vivere tutto di me e si fece cambiare il turno al lavoro per accompagnarmi. Il provino andò bene, ricordo mio padre fuori, felice, ad aspettarmi. Durante il viaggio di ritorno dormivo e ricordo di essermi svegliata perché lui mi chiamava 'Eleonora, Eleonora' - ha ricordato la Pedron - Quelle urla mi rimbombano ancora nel mio cervello. Voleva assicurarsi che stessi bene, mi aveva protetto con il suo corpo e poco dopo è morto. E io nella mia testa trattengo l'eco della sua voce che mi chiama". Un'altra perdita enorme in famiglia che ha trovato risposta solo nella fede: "Mia madre è stata forte. E' andata avanti per me e per mio fratello e dice che la sua vita, adesso, è un po' monotona ma sa che lassù qualcuno la ama. Anche a me ha aiutato molto la fede - ha detto ancora - Sono convinta che li rivedrò, che li riabbraccerò di nuovo. Altrimenti la vita non avrebbe senso".

Eleonora Pedron si racconta: "Ecco perché non ho sposato Max Biaggi"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eleonora Pedron, la drammatica morte della sorella: "Ricordo le urla di mia madre"

Today è in caricamento