rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Vip

"Mi dicesti “Chissà se tornerò”. Eri già malato": in una foto il malinconico ricordo di Federica Panicucci

La conduttrice di Mattino 5 condivide sui social un momento molto intimo della sua vita segnata dalla scomparsa del padre

Sono passati sette anni dalla morte del padre Edoardo, ma per Federica Panicucci il dolore per la sua assenza è sempre lo stesso. Lo conferma l'ultimo post della conduttrice di Mattino 5 condiviso su Instagram nel pieno delle vacanze estive, ricordo com'è di uno degli ultimi momenti trascorsi con lui che sarebbe scomparso dopo qualche tempo a causa di una malattia. 

Federica Panicucci appare assorta e nostalgica nella foto che la mostra seduta su un muretto dell'isola d'Elba, circondata da un suggestivo panorama. E il luogo, alla luce della riflessione rivolta proprio al padre, non appare  affatto casuale, considerato quanto l'uomo fosse legato a quei luoghi. "Eravamo qui insieme e tu lasciando l’isola mi dicesti: “Chissà se tornerò mai più”. Eri già malato e lo sapevi che non avresti mai più visto la tua amata Elba. Sono qui per te papy. E so che tu sei qui con me", si legge, infatti, a corredo del post della presentatrice Mediaset, abbracciata virtualmente dai tanti follower consapevoli di una mancanza che mai potrà essere davvero superata. 

La morte del padre di Federica Panicucci 

"Passano gli anni, ma il tasto è sempre dolente. Spesso faccio vedere ai miei figli i video del mio papà che ho sul telefono. Loro ricordano tutto di lui. Mio padre stava moltissimo con noi, giocava tanto con i suoi nipoti. Ed è andato via troppo presto", ha confidato tempo fa Federica Panicucci in un'intervista a Verissimo dove ha ricordato gli ultimi mesi di vita del suo papà: "I nostri abbracci sono stati l'ultima cosa prima che lui se ne andasse. Io lo abbracciavo tantissimo, sapevo che sarebbe andato via dopo poco e quindi era come se volessi tenerlo con me".

La conduttrice ha confidato di non aver mai del tutto elaborato la sua scomparsa: "È stato così veloce. Mi avevano detto che avrebbe vissuto altri sei mesi, invece in tre mesi se n'è andato. Quei giorni li ho vissuti da un lato come se fossero un regalo perché c'era ancora, ma anche con la consapevolezza che presto lo avrei perso. Per me è stato un trauma" ha detto commossa, ammettendo di sognare molto il padre anche oggi: "Sogno che mi abbraccia, che mi sorride e questo mi fa stare bene. Lo sento vicino". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mi dicesti “Chissà se tornerò”. Eri già malato": in una foto il malinconico ricordo di Federica Panicucci

Today è in caricamento