rotate-mobile
Lunedì, 22 Aprile 2024
Vip

Fedez querela il Codacons per diffamazione e calunnia: "Forze oscure all'opera"

Continua la battaglia legale tra il rapper e l'associazione dei condumatori dopo che questa aveva chiesto un controllo della Guardia di Finanza sulla questione della "nullatenenza"

Continua la battaglia legale tra Fedez e il Codacons. Il rapper, marito di Chiara Ferragni, ha deciso di denunciare per calunnia e diffamazione l'associazione dei consumatori dopo che questa aveva chiesto alla Guardia di Finanza una verifica sulle sue società e sulla questione della "nullatenenza". La querela depositata alla Procura di Milano è stata presentata anche per conto dei genitori, Annamaria Berrinzaghi e Franco Lucia come amministratori unici e legali rappresentanti di Doom srl e Zedef srl. 

"Tutte le contestazioni mosse dal Codacons con i suoi attacchi si sono rilevate infondate e strumentali unicamente ad attaccarlo ingiustamente", affermano gli avvocati del rapper nel documento. Secondo i legali di Federico Lucia, Codacons avrebbe celatamente accusato il loro assistito di essere incline a commettere reati. Il riferimento è al comunicato che l'associazione ha reso noto settimana scorsa che parla di "profili di criticità legati alla complessità delle operazioni" che potrebbero nascondere "una forma di potere occulto e trasversale". Codacons prosegue sostenendo che "questo tipo di azioni e comportamenti il più delle volte porta o è diretto anche ad evadere il fisco". 

"Scenari sfuggenti, insinuanti, dai contorni indefiniti e inquietanti", "Forze oscure all'opera per non si sa bene quali arcani e reconditi motivi". Questi i termini utilizzati da Codacons in riferimento a Fedez e alla condotta delle sue società. Per questo gli avvocati parlano di "grave condotta diffamatoria" sostenendo che il racconto dell'associazione dei consumatori sia falso. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fedez querela il Codacons per diffamazione e calunnia: "Forze oscure all'opera"

Today è in caricamento