rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
la sentenza di primo grado

Il figlio di Gigi D'Alessio condannato a 3 mesi per lesioni alla colf

Claudio D'Alessio era a processo con l'accusa di aver aggredito la collaboratrice domestica che viveva in casa con lui

Claudio D'Alessio è stato condannato a tre mesi e 15 giorni di carcere e ad un risarcimento da 2.500 euro per lesioni personali e violenza privata ai danni della colf. Questa la sentenza di primo grado del processo che vede come imputato il figlio di Gigi D'Alessio.

I fatti risalgono a luglio 2014. Ad accusare D'Alessio junior la sua ex collaboratrice domestica che viveva con lui e con l'allora compagna Nicole Minetti. "Ho chiesto a Claudio D'Alessio di non fare rumore, perché non riuscivo a dormire - aveva raccontato la donna in un'intervista - Ma lui mi ha risposto: 'E' casa mia, faccio quello che mi pare', con un atteggiamento irascibile e violento. A quel punto gli ho detto, alla presenza di Nicole Minetti, di pagarmi il dovuto, così l'indomani me ne sarei andata, perché non ce la facevo più a essere sfruttata e maltrattata". La richiesta avrebbe mandato su tutte le furie il figlio del noto cantante, che l'avrebbe aggredita e cacciata di casa nel cuore della notte. Claudio D'Alessio ha sempre respinto ogni accusa, ma il giudice del Tribunale di Roma ha dato ragione alla colf.

Claudio D'Alessio: "Un processo al nome, non a fatti mai accaduti"

Dopo la sentenza Claudio D'Alessio si è sfogato su Instagram: "Ci tengo a precisare una cosa: ho perso il primo grado di un processo basato su un livido dietro ad un braccio con una prognosi di 3 giorni, ripeto di 3 giorni, diagnosticato a distanza di 48 h dai presunti fatti più di 7 anni fa - commenta in un post - Avrei gradito che la cosa finisse oggi ed evitare il solito circo mediatico e banali commenti, purtroppo non è stato così, mi toccherà aspettare ancora alcuni mesi. So bene di essere ripetitivo, ma dato l'interesse altrui, sono costretto a sottolinearlo ancora una volta: a Mario Rossi tutto questo non sarebbe mai accaduto, a Claudio D'Alessio si. Un processo al Nome - continua - e non a fatti neanche lontanamente accaduti o citati negli articoli". E continua a difendersi: "Vorrei parlare di lavoro di affetti di cose vere, concrete non star qui a sbuffare e annoiare gli altri su una vicenda mai accaduta, basata solo su un unico elemento, il Dio denaro che non pone mai limiti alla povertà d'animo di certa gente".

Il messaggio di Gigi D'Alessio

Tanti i messaggi di affetto e solidarietà per Claudio D'Alessio, tra i commenti al post anche quello di papà Gigi: "La tua sensibilità ed il tuo animo gentile ti hanno accompagnato fin da bambino. Oggi sei un uomo, ma soprattutto un padre di famiglia che porta avanti gli stessi valori. Io so chi sei. Ed è per questo che sono ancora più fiero di te. Sei la vita mia".

Il post di Claudio D'Alessio

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il figlio di Gigi D'Alessio condannato a 3 mesi per lesioni alla colf

Today è in caricamento