rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Vip

Gina Lollobrigida: l'ultima intervista, quando chiedeva di "morire in pace"

Un'apparizione tv commovente che ha mostrato la fragilità, ma anche la forza, della grande artista scomparsa oggi all'età di 95 anni

A 95 anni è morta la grande attrice Gina Lollobrigida, a settembre le ultime informazioni sulla sua salute quando trapelò la notizia del suo ricovero in ospedale per una frattura al femore. Protagonista indiscussa del cinema italiano ha lavorato con alcuni dei più grandi registi italiani come De Sica a Germi, da Monicelli a Soldati, nella sua lunga carriera ha vinto sette David di Donatello, un Golden Globe, due Nastri d'Argento e a Hollywood, sulla Walk of Fame, una stella porta il suo nome.

La sua ultima apparizione in tv risale al novembre 2021 quando a Domenica In raccontò a Mara Venier di quanto fosse stanca e di come si sentisse "umiliata". Proprio il giorno prima di quell'intervista il figlio, con il quale aveva intrapreso una battaglia legale da anni, aveva affermato a Italia Sì che lui non aveva intrapreso azioni legali contro la madre, ma proprio su Rai 1 il legale di Lollbrigida aveva smentito queste dichiarazioni. "Ho diritto di vivere ma anche di morire in pace" aveva dichiarato in lacrime l'attrice che da anni era in lotta con la famiglia, per la precisione da quanto Andrea Piazzolla, assistente e tuttofare, che lei considerava come un figlio entrò nella sua vita. La vicenda giudiziaria aveva duramente segnato l'attrice che infatti non si augurava altro se non di poter morire serena.

Gli ultimi mesi di Gina Lollobrigida: a settembre il ricovero, le condizioni di salute

Le ultime dichiarazioni in tv di Gina Lollobrigida

"Io mi auguro che ci sia un ripensamento da parte di tuo figlio, mi auguro che faccia un passo verso di te. Ti vedo stanca e si vede tanto dolore nei tuoi occhi" aveva detto Mara Venier a Gina vedendo lo sconforto nei suoi occhi. Poi la conduttrice le chiese se fosse "stanca", ma con grande lucidità Lollobrigida rispose: "Più che stanca mi sento umiliata perché veramente dovrebbero lasciarmi morire in pace, non merito questo, non merito di essere umiliata ogni volta. Raccontare... Raccontare che cosa? Non ho fatto niente di male invece sono accaniti contro di me e non mi lasciano in pace". 

Piazzolla imputato per circonvenzione di incapace

Durante Domenica In l'avvocato Ingroia rispose ad alcune dichiarazioni rilasciate dal figlio Andrea Milko Skofic aveva riferito di aver agito "mosso da immutato affetto e viva preoccupazione per il vergognoso annichilimento del suo patrimonio a beneficio del sig. Piazzolla". Fu proprio il figlio a chiedere all'autorità giudiziaria di Roma di mettere i beni della madre al sicuro tramite la "tutela" anche per la gestione ordinaria della vita di Lollobrigida.

Morta Gina Lollobrigida, il primo a parlare è l'avvocato: "Ormai in condizioni non buone, ma generosa fino all'ultimo"

I giudici ritennero che la 94enne fosse in grado di prendere da sola tutte le decisioni riguardati la sua vita quotidiana, ma non quelle che riguardano la gestione dei soldi, delle società e degli immobili. Questa secondo Ingroia è una valutazione molto particolare. "Per quale motivo la signora Lollobrigida non può fare ciò che vuole del suo patrimonio?" si chiese durante la trasmissione il legale che toccò anche il tema delle perizie psichiatriche riguardati la salute mentale dell'attrice: "Non è vero che tutti i periti, tutti gli psichiatri, abbiano accertato in modo incontrovertibile, concorde e definitivo, quali siano le condizioni psichiche della signora. Alcuni psichiatri hanno detto qualcosa, altri hanno detto altro".  Purtroppo la grande artista è morta senza che fosse stato messo un punto alle questioni legali.

Su RaiPlay è possibile vedere l'ultima intervista di Gina Lollobrigida.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gina Lollobrigida: l'ultima intervista, quando chiedeva di "morire in pace"

Today è in caricamento