Domenica, 7 Marzo 2021

Giovanni Antonacci, figlio di Biagio, diventa cantante: "Spero di diventare un sex symbol come papà"

Diciannove anni, bolognese, il giovane artista racconta anche il rapporto con il nonno Gianni Morandi

Giovanni Antonacci, figlio di Biagio Antonacci

Questione di Dna. Giovanni Antonacci, 19 anni, bolognese, figlio di Biagio e nipote di Gianni Morandi, ha deciso di fare il cantante. Il suo ultimo brano si intitola 'Fino a Tre' e, in occasione dell'uscita, il ragazzo decide di raccontare come è nata la sua passione per la musica e quale rapporto coltiva con il padre e il nonno, punti fermi nel mondo dello spettacolo. Del resto anche il fratello Paolo, 26 anni, condivide lo stesso ambiente: è da anni autore di brani per artisti come Alessandra Amoroso, Eros Ramazzotti e Nek. 

Il rapporto di Giovanni con Biagio Antonacci e Gianni Morandi

Che cosa ammira Giovanni del nonno e del papà? Di Gianni, il giovane artista dice: "È una di quelle persone che, quando era in una stanza, tutto si illumina, lui porta con sé un sole immenso: sapere regalare positività è una cosa bellissima". Quanto al padre, invece, ammette: "Papà è più misterioso… spero di avere anche la sua attitudine da sex symbol". 

Inevitabile che l'eredità familiare abbia influenzato le sue scelte formative e profesionali. All'esame di maturità, ad esempio, Giovanni ha portato una tesina sulla musica negli anni Sessanta. "Ho giocato la carta di famiglia a mio favore. Non sono mai stato un grande studente, ma così sono riuscito a unire il mio programma di studio alla musica. Ho parlato anche delle canzoni di mio nonno. E così mi sono portato a casa il diploma"

Poi la decisione di intraprendere lui stesso la carriera di canante: "Fino a Tre è stato l'unico brano per ci ho chiesto un parere a mio papà. Mio nonno, invece, aspetta che le mie cose escano: lui sasempre quando vengono pubbliccate, le ascolta e poi mi manda un messaggio con quello che pensa. Nonno sa come farmi critiche senza ferirmi. Nel caso di Poche cose, mi ha scritto che era lontano dalle sue corde e che non sapeva se fosse bello o no. Ho capito che non si può piacere sempre a tutti". 

Il tatuaggio mai approvato da papà Biagio

Nell'intervista c'è spazio anche per un aneddoto. Sul braccio infatti Giovanni ha il nome del padre come tatuaggio 'Non tatuarti, Biagio love'. Che significa? "Volevo farmi un tatuaggio nuovo e l'avevo detto a papà, lui non era molto contento e il giorno del tatuaggio mi ha lasciato un bigliettino: 'Non tatuarti', con la sua firma e la parola love. Ho portato dal tatuatore quella frase e me la sono fatta tatuare". Il papà ha "apprezzato l'originalità", pur restando perplesso.

In basso, un video di Giovanni Antonacci col nonno Gianni Morandi

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovanni Antonacci, figlio di Biagio, diventa cantante: "Spero di diventare un sex symbol come papà"

Today è in caricamento