Domenica, 16 Maggio 2021

Insulti razzisti per Mikaela Neaze Silva, la velina bionda risponde: "Li ignoro"

Velina della nuova edizione di Striscia: "Scenderei in piazza per la battaglia sullo ius soli"

Mikaela Neaze Silva Instagram

E’ disposta a scendere in piazza e manifestare per la battaglia dello ius soli se ce ne fosse bisogno perché “Noi dobbiamo lottare per i nostri diritti”. Lo ha dichiarato al quotidiano La Repubblica Mikaela Neaze Silva, la velina bionda del programma televisivo “Striscia la notizia” che negli ultimi tempi è diventata bersaglio di insulti razzisti. Presi di mira i suoi profili social ma lei ha si mostra superiore, guarda avanti e nella stessa intervista dichiara: “Penso che non bisogna dare troppa importanza ai razzisti, perché loro cercano una vetrina, e solo così sono contenti. Bisogna ignorarli".

Nata a San Pietroburgo, è arrivata in Italia all'età di sei anni

Mikaela è nata 23 anni fa a San Pietroburgo da padre angolano e madre afgana, entrambi in Russia per frequentare l'università. All’età di 6 anni si è trasferita in Italia con la sua famiglia, a Genova prima e a Castelletto poi dove sono iniziati i primi insulti razzisti perché “Ero negra” confida ancora al quotidiano La Repubblica. Un atteggiamento con il quale Mikaela, quindi, ha imparato a fare i conti fin da piccola. Anche al liceo le fu consigliato, ad esempio, di frequentare un corso di italiano per stranieri. La bella Mikaela ha mostrato da subito, quindi, di avere le spalle larghe e di resistere a insulti e commenti.

Sullo ius soli: "Ci vuole un'azione dimostrativa forte"

“Lo ius soli secondo me è solo un punto di partenza. È già un passo avanti, ma non basta – ha dichiarato la velina bionda della nuova edizione del tg satirico firmato da Antonio Ricci - Lo sciopero della fame è poco, cioè è tanto perché serve coraggio, ma secondo me ci vuole un'azione dimostrativa, come fecero gli afroamericani durante le lotte per i diritti”. Ha 23 anni, è bella, decisa e determinata: “Noi dobbiamo lottare per i nostri diritti. I bambini che crescono qui hanno diritto di essere riconosciuti italiani".
 

Continua a leggere le notizie su GossipToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insulti razzisti per Mikaela Neaze Silva, la velina bionda risponde: "Li ignoro"

Today è in caricamento