Lunedì, 1 Marzo 2021

Alberto Tarallo rompe il silenzio: "C'è una macchinazione contro me, so chi c'è dietro. Adua e Morra mai fidanzati: lei lo cacciò"

L'ex produttore Ares replica, punto per punto, alle dichiarazioni di Adua Del Vesco e Massimiliano Morra: "Giuliana De Sio e Nancy Brilli? Non parlo perché sono un signore". Poi si commuove parlando di Losito

Alberto Tarallo, 67 anni

Alberto Tarallo rompe il silenzio. Dopo il clamore mediatico sollevato dalle parole pronunciate da Adua Del Vesco e Massimiliano Morra al Grande Fratello Vip, il produttore della Ares, società di produzione fallita nel gennaio 2020, replica ai ragazzi punto per punto. Lo fa in una lunga intervista rilasciata a Non è l'Arena di Massimo Giletti su La7. "Sono qui per Teo", dice in riferimento all'ex compagno Teodosio Losito, a cui è stato legato per oltre vent'anni sia in campo privato che professionale, sceneggiatore della Ares e suicida due anni fa. 

"Rancore da Adua e Massimiliano perché non hanno più lavorato"

La prima domanda di Giletti ruota attorno alla definizione di 'Lucifero'. Perché lo hanno chiamato così? "Credo che nel caso di Adua questo tormento ha radici più lontane e profonde. Adua mi scriveva lettere piene di riconoscenza e amore. Ho trovato il cellulare di Teo e sono andato a guardarmi tutte le loro chat: sono riaffiorati ricordi angosciosi, perché era stato un anno molto pesante: Teo aveva cominciato un po' di depressione, non stava bene neanche Adua". 

"Credo che alla base di tutto - prosegue Tarallo - ci sia un rancore forse perché dopo la Ares non hanno più avuto occasioni lavorative. Credo che qualcuno abbia però lavorato su questo rancore un po' infantile per architettare qualcosa contro di me. Di solito non mi sbaglio, ho sempre avuto fiuto nella vita. Non sono certamente i conduttori del Gf, né Mediaset. E' qualcosa che sta al di fuori, che viene dal passato e ora, siccome ho dei sospetti ma un avvocato molto capace, arriveremo anche al punto esatto per capire da dove nasce questa macchinazione".

Zagarhollywood: la villa di Tarallo e i bungalow per gli attori

Giletti invita poi il produttore a parlare del presunto ambiente 'orribile' denunciato dai due attori ("Abbiamo subito della manipolazione", hanno dichiarato). Tarallo vive ha Zagarolo, dove ha casa, e lì vicino c'è anche casa di Gabriel Garko. Proprio in quella zona (già definita 'Zagarhollywood'), durante periodo lavorativo, vivevano anche gli attori. "Dovevano venire sul set molto preparati e ci sono stati momenti in cui c'erano al massimo 4 interpreti, quelli più deboli nella recitazione: c'era un'insegnante di recitazione, una di inglese, poi c'ero io che la sera tornavo dal lavoro e vedevo quello che avevano fatto. Ma non c'è mai stata costrinzione. Adua e Massimiliano vivevano in due depandance diverse. I periodi in cui si lavorava erano duri: trucco alle 6, finivano di girare e studiavano". 

Un aneddoto: "L'unica volta che mi sono arrabbiato con loro è stato quando mi hanno detto che avevano letto 'Il Piccolo Principe' e non era vero". 

"E' stata Adua Del Vesco a cacciare Morra". Le tensioni tra Adua e Garlo

Tra le sue dichiarazioni, Adua ha lamentatato di essere stata allontanata dalla sua famiglia. Tarallo ribatte: "Teo era costantemente al telefono con la madre di Adua. Io e Teo abbiamo prestato una casa a via Sistina alla madre e alla sorella di Adua. Se questo significa impedire di vedere la sua famiglia, sembra una cosa un po' strana". E ancora: "Credo che Adua sia stata manipolata. è stata lei a costringere Teo a mandare via Massimiliano (Morra, ndr)". 

E qui entra un gioco un altro capitolo, ovvero la relazione (finta) tra Adua e Morra. Tra le altre cose, Del Vesco ha spiegato che le sarebbe stato impedito di vedere il suo reale fidanzato. "Non ho mai saputo che Adua avesse un fidanzato", risponde oggi Tarallo. "Poi bisogna anche capire se era fidanzata davvero con Morra. La loro storia è completamente finta: la storia fu inventata a tavolino da me, Enrico Lucherini (capo ufficio stampa Ares film, ndr) e Sandro Mayer (direttore settimanale Di Più). Adua mi ha detto che aveva lasciato un fidanzato manesco che voleva farla diventare testimone di Geova. Poi raccontò una storia dando tante versioni diverse". 

Spuntano poi presunte tensioni tra Adua e Garko, anch'essi all'epoca fidanzati per finta, come svelato dal coming out dell'attore torinese avvenuto l'altra sera al GF Vip. "Non capisco come Gabriel abbia potuto aiutare Adua nel periodo in cui stava male perché ho letto nelle chat con Teo che si lamentava proprio del suo comportamento. Io avevo consigliato ad Adua di andare in una cinlica, dove noi avremmo pagato 900 euro al giorno e insistevo perché Teo, che è un animo forse più sensibile del mio, si voleva caricare di questo peso. Io l'ho aiutata nei limiti possibili, soprattutto Teo. Teo aveva un grande affetto". 

"De Sio e Brilli? Non parlo perché sono un signore"

Altre attrici hanno testimoniato sul caso. Si tratta di Nancy Brilli e Giuliana De Sio, ex interpreti di fiction Ares. "Non hanno mai finto amori ma hanno fatto riunioni di lancio per le fiction. Sono delle signore e io sono un galantuomo, quindi non voglio infierire né parlare". 

Eva Grimaldi, Nancy Brilli e Giuliana De Sio intervengono sul caso 'Ares Gate'

Il santone Cristian Del Vecchio

Spunta poi la figura di un uomo strano, un santone di nome Cristian Del Vecchio, immortalato in una vecchia foto pubblicata sul profilo Instagram di Adua. "L'ho incontrato una volta sola ai funerali di Teo. Teo era stato un giorno da lui, gli aveva dato un olio con un profumo di arancia e lui stesso (Teo) poco dopo mi ha detto che 'è tutta una stronzata'. Ma non lo conosco e non so dire". 

Il suicidio di Losito. Tarallo: "Cerco ogni mattina un motivo per alzarmi"

Ma è proprio quando si parla di Losito che Tarallo non trattiene le lacrime. Il produttore e lo sceneggiatore sono stati legati per vent'anni e 5 mesi. Teodosio si è tolto la vita nel gennaio del 2018. "Era una persona speciale, era la mia metà della mela. Un amore assoluto". Ma come mai allora Morra ha parlato di 'vittima'? "Detta da Morra questa cosa mi fa schifo. Provo un senso di ribrezzo acuto e doloroso. E' stato cacciato da Teo per qualcosa che non voglio dire pubblicamente. Teo ha dato molto ascolto ad Adua ma non so se Adua ha detto verità o bugia. Non ci capisco ninete, mi sembra tutto ridicolo. Adua accusava Morra di cose gravi". 

"Macchinazione contro di me, ma so chi sei e vengo a cercarti"

Adua, invece, ha parlato di "istigazione al suicidio". "Sono venuto qui per questo. Sono una persona che tutte le mattine deve trovare un motivo per alzarsi. Fanno tutto questo per avere un punto di share in più... Le persone che operano questo sistema mi fanno senso. Non posso proprio tollerarlo. Alla persona che ha fatto dire induzione al suicidio: io so chi sei e so anche perche lo hai fatto: vergognati". 

Losito prima di suicidarsi ha scritto una lettera. "Teo aveva scritto una lettera l'aveva data ad una persona che me l'aveva letta al telefono ed era una lettera che lasciava presumere il suicidio. Era il maggio 2018. Quando lui quando è tornato, mi ha giurato in lacrime che non lo avrebbe fatto e che si sarebbe appoggiato alla mia forza, perché senza di lui non  sarei riuscito ad andare avanti. Mi ero fidato di lui". 

Ad un certo punto la Ares va in difficoltà. "Pensava che probabilmente non era stato all'altezza ma non era colpa sua. E' stata colpa di altri. Lui era una persona buona e si è fidato di tutti. Quella vigilia di Natale col senno del poi lui mi aveva un po' dettato il suo testamento morale. Mi aveva detto di chi potevo fidarmi". 

Alberto Tarallo diffonde la lettera scritta da Losito prima del suicidio

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alberto Tarallo rompe il silenzio: "C'è una macchinazione contro me, so chi c'è dietro. Adua e Morra mai fidanzati: lei lo cacciò"

Today è in caricamento