Romina Power: "Ho sognato il ritorno di Ylenia. Potrebbe essere nascosta o aver perso la memoria"

Ospite del talk di Costanzo 'L'Intervista', la cantane americana ricorda la scomparsa della primogenita avuta dal Al Bano Carrisi, avvenuta nella notte del 31 dicembre 1994


Nel cuore e nella mente di un genitore un figlio non può scomparire. Ylenia Carrisi, primogenita di Al Bano e Romina Power, è sparita nella notte del 31 dicembre 1994, ma la cantante americana, come ha spiegato tempo fa, è "convita che Ylenia sia viva e ovunque si trovi non se la cava male". Una convinzione ribadita con la stessa forza durante L'Intervista con Maurizio Costanzo, andata in onda ieri in seconda serata su Canale 5. 

Ogni anno Romina fa gli auguri alla figlia sui social, nella speranza che il messaggio possa raggiungere il destinatario: "Spero che se lei è da qualche parte lo legge. Io voglio che circoli la sua immagine, il suo viso sui social, perché così può capitare a qualcuno di riconoscerla per strada nel caso lei abbia perso la memoria". 

Romina Power ricorda la figlia Ylenia scomparsa 25 anni fa: la dedica su Instagram 

Quando scorrono sul led wall gli scatti di Ylenia, la Power cambia immediatamente espressione. Sparisce quella capacità innata con cui fino a quel momento aveva sdrammatizzato anche le confidenze più difficili, come la separazione da Al Bano,  e il viso si fa duro, severo, sofferente. "Non so dove può essere, è difficile localizzare una persona se ha perso la memoria per le sostanze che le hanno dato o se è tenuta nascosta in qualche parte da cui non può uscire. Se fosse davanti alla tv spero che si ricordi che questa è la sua identità e che io sono sua madre"

L'Intervista, Romina Power crolla: "Non riesco a non amarlo" 


"E' molto misterioso questo fatto che spariscono ragazze a New Orleans e che la polizia non agisca con un processo come si deve, con un'investigazione. Dopo un po' viene tutto arenato, tutto sepolto, tutto coperto". "Masakela (personaggio oscuro a cui Ylenia si era legata tempo prima della sparizione, ndr) aveva degli alias che non finivano più e nessuno lo ha mai indagato. Era un semplice musicista di strada con storie penali nel passato, ma veniva continuamente rilasciato. Non so se è ancora vivo, perché all'epoca era abbastanza anziano. Ma perché in questa città viene occultata la ricerca delle persone che spariscono? In Italia non sarebbe mai"

Sulla sparizione di Ylenia dagli anni '90 ad oggi sono state fatte le ipotesi più disparate, sono state seguite le piste più diverse, ma nessuna si è mai rivelata risolutiva. Tanto che lo scorso anno il tribunale di Brindisi ne ha dichiarato la «morte presunta». 


Romina confida di averla rivista tempo fa. In sogno: "Ho sognato che tornava". "Cosa diceva?", chiede Costanzo? "Non parlava". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Belen contro Barbara d'Urso: l'affondo durante una diretta su Instagram

  • Coronavirus, come sono cambiati i trasporti pubblici durante l'epidemia

  • La testimonianza di Heather Parisi dalla Cina: "Oggi possiamo uscire, ma vietati tavoli al bar"

  • Coronavirus, a Rimini guarisce anziano di 101 anni: è nato durante l'epidemia di spagnola

  • Coronavirus, lo stop dei benzinai: "Chiudiamo gli impianti: prima sulle autostrade, poi gli altri"

  • Fabio Cannavaro dalla Cina: "Oggi è finita la quarantena, ecco la mia testimonianza"

Torna su
Today è in caricamento