rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Vip

Lucia Menghini morta, l'addio dei colleghi di ospedale: "Solare e professionale, non sarai dimenticata"

La 31enne è scomparsa a seguito di un incidente automobilistico in Giordania. Era nota per aver partecipato a "Reazione a Catena", show di Rai Uno

Mentre è ancora da chiarire la dinamica dell'incidente che ha causato la morte di Lucia Menghini, tirocinante anestesista presso l'Università di Spoleto ed ex concorrente di Reazione a Catena, le condoglianze arrivano in modo unanime dai conoscenti della ragazza ma anche da parte dei telespettatori dello show di Rai Uno. Non solo. In prima fila a salutare la 31enne, venuta a mancare durante un viaggio in Giordania, ci sono anche i colleghi dell'ospedale, che hanno voluto ricordarla con la dedizione che caratterizzava il suo lavoro. 

"Ho appreso con grande dolore la tragica notizia della scomparsa della nostra giovane professionista folignate Lucia Menghini - scrive il direttore generale della Usl Umbria 2, Massimo De Fino, a cui si associa la direzione aziendale alla notizia della morte di Lucia - Una giovane vita spezzata che lascia sgomenti e senza parole. Vorrei unirmi al dolore dei colleghi della struttura complessa di Anestesia e Rianimazione dell'ospedale di Spoleto, dove la giovane dottoressa prestava servizio ed esprimere profondo cordoglio e vicinanza alla famiglia e a quanti l'hanno conosciuta e apprezzata per le sue doti umane e professionali". 

"Addio Lucia, morta nella notte". Il dolore di Marco Liorni per la sua ex concorrente 

Cordoglio e profondo dolore viene espresso anche dalla responsabile della struttura complessa di Anestesia e Rianimazione del "San Matteo degli Infermi" di Spoleto, Marina Vissani, sconvolta per l'accaduto. "Una ragazza solare, sempre disponibile, con una grande passione per il lavoro, senso di appartenenza, dedizione, professionalità". "La dottoressa Menghini ha iniziato il tirocinio da noi a gennaio - ricorda Vissani - era specializzanda del primo anno. Si è subito distinta per la sua preparazione, sobrietà e dedizione ai pazienti. Aveva grande desiderio di apprendere le tecniche anestesiogiche e si era subito integrata con il personale di sala operatoria. Ricordiamo con affetto il suo dolce sorriso, i suoi modi gentili e garbati e i grandi occhi azzurri".

Le più sentite condoglianze ai familiari vengono espresse anche dal direttore dell'ospedale di Spoleto, Orietta Rossi, e dal direttore del dipartimento di Emergenza Urgenza della Usl Umbria 2 Giuseppe Calabrò.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lucia Menghini morta, l'addio dei colleghi di ospedale: "Solare e professionale, non sarai dimenticata"

Today è in caricamento