Sabato, 25 Settembre 2021
il periodo più buio

Matteo Cambi: "Con Stefania Orlando e Fernanda Lessa erano storie vere, ma io le usavo per finire sui giornali"

L'ex imprenditore, patron del marchio 'Guru', ha ripercorso il periodo del suo successo segnato dagli eccessi e dalla dipendenza dalla cocaina

Aveva solo 22 anni quando Matteo Cambi diventò uno degli imprenditori più conosciuti d’Italia grazie al marchio di abbigliamento ‘Guru’ che, nei primi anni del 2000, raggiunse un successo straordinario, arrivando a fatturare anche più di 100mila euro l'anno. Tanta, troppa la popolarità che subito travolse il giovane imprenditore, protagonista anche delle cronache rosa dell’epoca per le sue relazioni con alcune donne del mondo dello spettacolo. Poi, piano piano, il declino, dovuto alla dipendenza da sostanze stupefacenti e da una vera ossessione per la popolarità, oggi ripercorsa in un’intervista rilasciata a Libero Quotidiano.

"Ero diventato un gigante con i piedi d'argilla smanioso di essere riconosciuto. E così per questa mia debolezza spesso iniziavo delle relazioni con persone del mondo del jet-set per andare sui giornali", ha confidato Cambi facendo riferimento anche a Stefania Orlando e Fernanda Lessa con cui iniziò relazioni sincere, ma compromesse dalla sua tendenza a voler essere protagonista delle cronache rosa del momento.

"Relazioni false? Assolutamente no, erano relazioni che nascevano da un sentimento vero che però io trasformavo, ed usavo, per avere visibilità. Da Arianna Marchetti a Fernanda Lessa per passare da Stefania Orlando erano tutte storie vere ma io le usavo, chiamando anche i fotografi, per finire sui rotocalchi dei giornali di gossip", ha ammesso.

"La droga era diventata la mia compagna di vita"

Devastante per Matteo Cambi la dipendenza dalla cocaina, nata proprio in quegli anni. L’ex imprenditore ha raccontato di non esserne stato subito coinvolto, poi però l’inizio della fine: "Io sono sempre stato un ipocondriaco spaventato dal perdere il controllo e non sentii nulla, né di positivo né di negativo, e così, ogni venerdì sera iniziai a fare uso di cocaina. Da quel momento la droga è diventata la mia compagna di vita. La cocaina gestiva le mie emozioni. I miei alti e i miei bassi. Mi facevo dieci pezzi al giorno e quando ero in astinenza, grattavo il muro con la bibbia. Simulavo che il bianco della parete fosse bamba. Sono vivo per miracolo".

Dopo una lunga riabilitazione e il carcere per i suoi reati finanziari ("Ho risarcito sessanta milioni di euro e ho fatto sia il carcere sia il percorso in terapia per disintossicarmi dalla cocaina", ha ricordato), Matteo Cambi è libero da ogni dipendenza e vive serenamente la sua vita con la moglie Stefania e sua figlia Melissa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Matteo Cambi: "Con Stefania Orlando e Fernanda Lessa erano storie vere, ma io le usavo per finire sui giornali"

Today è in caricamento