rotate-mobile
Venerdì, 23 Febbraio 2024
Vip

Costanzo stronca Giletti: il commento (durissimo) dopo la diretta da Mosca

Le parole del giornalista sul conduttore di "Non è l'Arena" che ha scelto di condurre dalla Piazza Rossa l'ultima puntata del talk

L'ultima puntata di Non è l'Arena contina a far parlare. La scelta di Massimo Giletti di condurre il talk di La7 in diretta da Mosca e di avere come ospiti la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova e il giornalista Vladimir Solovyev ha scatenato molte polemiche già durante la messa in onda, segnata dal brusco addio di Alessandro Sallusti e poi anche dal malore che, a un certo punto, ha costretto lo stesso Giletti a interrompere il programma. 

Sul discusso episodio si è espresso oggi Maurizio Costanzo, palesando con chiarezza un totale disaccordo con la decisione del collega. Nel programma radiofonico Facciamo finta che che ogni giorno conduce insieme a Carlotta Quadri, il giornalista ha commentato con poche parole la vicenda nell’ambito di un discorso con il professor Raffaele Morelli a proposito dell’ io sociale. All'analisi di Raffaele Morelli “Perché un bravo giornalista per cercare l'audience deve entrare in rapporto con gente così banale, così distruttiva che lo insulta anche?”, Costanzo ha ribattuto: “Perché va a rompere le balle al Cremlino? Stesse in uno studio di Roma oppure vai a fare l’inviato con scritto Press e combatti in Ucraina. Quelli lì ( Zakharova e Solovyev, ndr) chi li ha invitati? Li avrà invitati Giletti e la sua redazione, qualcuno li ha chiamati". 

A proposito del malore di Giletti: "Io vedo il suo malessere come una ferita che lui ha sentito, ha sentito di essere nel posto sbagliato. Credo che abbia sentito una ferita perché ha visto veramente come è stato trattato" è stato il parere di Morelli su cui ha concordato anche Costanzo: "Una cosa psicologica, la penso anche io così". 

Dopo la trasmissione radiofonica Maurizio Costanzo è tornato ancora sulla vicenda: "Sono amico di Massimo Giletti da molti anni e quindi mi sono un po’ dispiaciuto nel rivederlo a Mosca con tutti quei problemi e anche del fatto che si è sentito poco bene. E’ anche uno dei giornalisti televisivi più sensibili che io conosca e mi dispiace che abbia vissuto quel momento di difficoltà. Rivendico di essere suo amico”.

Le polemiche su Giletti in Russia

Già prima della diretta del 5 giugno, la scelta di Massimo Giletti di condurre l'ultima puntata del suo talk show da Mosca aveva suscitato polemiche che lo stesso conduttore aveva bollato come "incomprensibili". Poi, dopo la puntata, ecco arrivare la discussione, nata in primis sui social con gli spettatori che guardavano il diretta. Dalla parte di Giletti si è schierato il vignettista Vauro Senesi: "In questa campagna mediatica di arruolamento con la Nato e con Zelensky e dove il popolo Ucraino non c’entra quasi nulla, il fatto che Giletti abbia voluto fare la sua trasmissione dalla Piazza Rossa per lo meno ha una valenza provocatoria. Quello che è incredibile è che sia diventato un evento straordinario". Decisamente contro, invece, Selvaggia Lucarelli che già in altre occasioni aveva criticato il gironalista, ad esempio, quando ad aprile gli aveva contestato alcune frasi dette in diretta mentre parlava con un soldato ucraino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Costanzo stronca Giletti: il commento (durissimo) dopo la diretta da Mosca

Today è in caricamento