rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Vip

Le lacrime di gioia di Michael Bublé: "Mio figlio è guarito dal tumore"

Il cantante torna commosso sulla malattia del figlio Noah, finalmente debellata del tutto dopo anni di cure

Era il 2016 quando Michael Bublé annunciò il ritiro dalle scene per dedicarsi completamente al figlio Noah che, a tre anni, iniziava un percorso di cura del tumore al fegato appena diagnosticato. A distanza di sei anni dall'inizio di quell'incubo, oggi il cantante racconta commosso la fine del calvario che coincide con una rinascita vera, personale e artistica. 

"Abbiamo fatto un ultimo esame e sta bene" ha detto con gli occhi carichi di lacrime il 46enne canadese in un'intervista via Zoom al Corriere della sera. Al momento della diagnosi al piccolo Noha, Bublé stava lavorando all'album Love, lavoro che è stato interrotto per poi essere ripreso due anni dopo. "Quando è uscito Love nel 2018 non ero ancora pronto, ero un sopravvissuto avevo subito il colpo” ha detto a riguardo l'artista, in procinto di presentare l'ultimo progetto discografico, l'album Higher, che tra i brani contiene anche un  pezzo firmato proprio insieme al figlio: "Stavo scrivendo con Ryan Tedder e gli ho detto che mio figlio mi aveva appena cantato un ritornello interessante" ha spiegato. Quanto alla malattia del figlio: "Sono cose che ti distruggono, ma che ti definiscono..." ha aggiunto ancora, annunciando anche la gravidanza della moglie Luisana Lopilato che lo renderà padre per la quarta volta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le lacrime di gioia di Michael Bublé: "Mio figlio è guarito dal tumore"

Today è in caricamento