Giovedì, 29 Ottobre 2020
Michele Bravi

Michele Bravi, rinato grazie all'amore di un ragazzo: "Sono uscito dal buio per merito suo"

E' stato lui a seguirlo passo passo dopo il drammatico incidente costato la vita a una donna, consigliandoli la psicoterapia, fondamentale per il cantante in un momento così difficile

E' stato un anno complicato per Michele Bravi, sconvolto per l'incidente del novembre 2018 in cui perse la vita una donna. Un periodo buio che solo adesso sta iniziando a lasciarsi alle spalle, grazie alla vicinanza della sua famiglia, alla musica, ma soprattutto grazie alla psicoterapia.

Non è stata una scelta così scontata e fondamentale in questo è stato l'aiuto di un ragazzo, come ha svelato per la prima volta a Vanity Fair: "Quando sono tornato a casa, dai miei genitori, c'era solo una persona con me. Avevo difficoltà a recepire i messaggi. Ci riusciva solo questa persona che mi ha costretto ad andare in terapia. E' un ragazzo. Che è stato lì con me e mi ha fatto capire la responsabilità di dover risolvere un dolore del genere. Mi ricordo che ho provato moltissima rabbia. Pensavo non potesse capire. E oggi mi chiedo cosa mi sarebbe successo se non mi avesse obbligato".

"Non c'è alcun coming out - ha spiegato il cantante - E' la cosa più naturale per me, ora, dirlo". Una persona importantissima, che però oggi non è più al suo fianco: "Se n'è andato a febbraio. Non tornerà più. Ma forse è giusto così, non posso tenerlo legato".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nei suoi confronti nessun rancore, solo tanta riconoscenza: "Se ho trovato un orientamento nel buio è solo merito suo. Mi ha indicato la terapia, mi ha accompagnato, ha fatto in modo che potessi proseguire da solo. Poco prima di andarsene mi ha raccontato la sua storia. Ho scoperto che aveva esperito un dolore forse ancora più grande del mio e non lo sapevo. Non avrei neanche potuto sospettarlo. E' una delle persone più equilibrate che io abbia mai conosciuto. Mi sono sentito in colpa per tutte le cattiverie che gli avevo detto. Se oggi parlo è perché penso sia importante passare questo suggerimento, la terapia. Sento il senso di responsabilità di far girare questa informazione, come lui ha fatto con me".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

Michele Bravi, rinato grazie all'amore di un ragazzo: "Sono uscito dal buio per merito suo"
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...