Martedì, 22 Giugno 2021
La luce dopo il buio

Michele Bravi: “Dopo l’incidente sono rinato grazie a un grande amore”

Il giovanissimo cantante racconta il periodo più difficile della sua vita

Michele Bravi è tornato e lo ha fatto con un album dopo il lungo silenzio seguito all’incidente stradale che lo ha visto protagonista e in un cui ha perso la vita una donna. Bravi, intervistato da Selvaggia Lucarelli sul Fatto Quotidiano, ha raccontato come sono per lui i mesi successivi a quell’evento, avendo vicino un ragazzo con il quale oggi non sta più insieme ma che lo ha aiutato moltissimo con il suo amore. 

“Qualsiasi cosa facessi mi sembrava irrispettosa, volevo solo sparire. Se pensavo ‘sto male’, mi dicevo ‘ sono privilegiato perché sono vivo’. Se pensavo ‘sto bene’, mi dicevo ‘come posso stare bene con quello che è successo?”, ha raccontato Bravi, che ha confessato: “Se non avessi avuto accanto una persona, sarei rimasto in una solitudine fatale. Invece c’era questo ragazzo meraviglioso che in quei momenti mi prendeva la testa tra le mani, era un lucchetto di carne che mi teneva ancorato alla realtà”.  Quel periodo difficile ha aiutato Bravi a mostrarsi senza paure: “Il videoclip che mostra un amore omosessuale è la mia storia, ne ho discusso tanto con i miei collaboratori prima che incontrasse il pubblico, ma non mi fa più paura nulla. Ho la volontà di togliere lo stigma su tutto, sulla salute mentale, sull’amore”. 

Michele Bravi racconta l'amore con il ragazzo che gli è stato vicino dopo l'incidente

“Rispetto a quando nel Diario degli errori dicevo timidamente che c’era un ragazzo, io ora dico che ho amato un ragazzo, c’era un ragazzo con me su un letto che mi teneva la testa. Ogni volta che canto sento il suo sapore, non il sapore di qualche altra storia di amore universale”, ha ricordato il cantante. Quella, ha ammesso, è stata la prima volta che si è innamorato. I due si erano conosciuti pochi mesi prima dell’incidente, “una storia che per me non valeva nulla, lo trattavo persino male”, ha ammesso Bravi. Poi dopo l’incidente, questo ragazzo gli è stato vicino e le cose sono cambiate.

Ho difficoltà a verbalizzare le emozioni, non so se quello che ogni tanto sento sia felicità. So però che sono grato alla vita e al percorso fatto. Ho imparato a convivere col dolore e a vivere nel presente. Ho 26 anni, ma sono passati tanti anni negli ultimi tre anni

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Michele Bravi: “Dopo l’incidente sono rinato grazie a un grande amore”

Today è in caricamento