rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Vip

Addio Sinisa, cordoglio unanime: i ricordi, da Meloni a Vieri e Cremonini

Sui social l'abbraccio commosso al campione, stroncato dalla leucemia a 53 anni

La morte di Sinisa Mihajlovic lascia un vuoto enorme non solo nel mondo del calcio. L'ex calciatore e allenatore, stroncato a 53 dalla leucemia, è nel cuore di tutti. Sui social il cordoglio è unanime.

Tra i primi a dedicargli un pensiero Franco Baresi, bandiera del Milan, che più volte lo ha affrontato in campo, per poi lavorarci fianco a fianco quando allenava il club rossonero: "Ciao guerriero, hai lottato a testa alta fino alla fine. Uomo vero". Riccardo Montolivo ricorda il suo mister alla Fiorentina: "Hai combattuto in campo e nella vita con determinazione e dignità. Non ci sono parole. È stato un onore conoscerti e lavorare insieme". Bobo Vieri pubblica una loro foto insieme con la maglia della Lazio, insieme al compagno di squadra Roberto Mancini: "Oggi è difficile trovare le parole. Riposa in pace grande guerriero". Mancini - prima compagno di squadra con le maglie di Sampdoria e Lazio, poi suo assistente in panchina ai tempi dell'Inter - profondamente addolorato, ha detto: "Questo è un giorno che non avrei mai voluto vivere, perché ho perso un amico con cui ho condiviso quasi 30 anni della mia vita, in campo e fuori. Non è giusto che una malattia così atroce abbia portato via un ragazzo di 53 anni, che ha lottato fino all'ultimo istante come un leone, come era abituato a fare in campo. Ed è proprio così che Sinisa resterà per sempre al mio fianco, anche se non c'è più, come ha fatto a Genova, a Roma e a Milano e successivamente anche quando ha preso strade diverse". "Ciao amico mio, mi mancherai" ha scritto su Instagram Francesco Totti. 

Il mondo della politica attonito

La notizia della morte di Mihajlovic è arrivata a Matteo Salvini durante una conferenza stampa. Il vicepresidente del Consiglio ha poi condiviso su Twitter una loro foto: "Non ci voglio credere, stramaledetta bastarda malattia. Buon viaggio Sinisa, campione dentro e fuori dal campo. Se ne va un amico - aggiunge - una persona seria, una persona buona e generosa, un combattente che non aveva paura di dire ciò che pensava. Mai. Se ne va un papà, un marito, un nonno, che lascia in eredità un enorme patrimonio di affetto e di amore, a partire dalla sua splendida famiglia e da tutto il popolo dello Sport. Ci mancherai, tanto. Anzi, sarai sempre con noi". Anche la premier Giorgia Meloni esprime il suo cordoglio per questa triste perdita: "Hai lottato come un leone in campo e nella vita. Sei stato esempio e hai dato coraggio a molti che si trovano ad affrontare la malattia. Ti hanno descritto come un sergente di ferro, hai dimostrato di avere un gran cuore. Sei e resterai sempre un vincente. A Dio Sinisa Mihajlovic". Poco dopo il tweet di Matteo Renzi: "Ciao Mister. Grazie per il coraggio che ci hai insegnato e per la forza che hai trasmesso. Un pensiero commosso alla tua famiglia, un pensiero a chi combatte contro la leucemia. E una preghiera". Ricorda con commozione la sua battaglia Giuseppe Conte: "Sinisa Mihajlovic ci ha lasciato, non senza aver combattuto anche questa dura partita. Un ottimo atleta e un grande uomo di sport, mancherà ad ogni amante del calcio". 

Cremonini ricorda il suo Mister

Bolognese e tifoso del Bologna, Cesare Cremonini ricorda il suo Mister: "Con grande dolore apprendo della morte di Sinisa Mihajlovic. Ho avuto la fortuna di conoscerlo e ammirare la sua straordinaria forza e umanità, la gentilezza allegra e generosa con cui si esprimeva con gli amici incontrati qui a Bologna, i gesti colmi di amore rivolti verso i suoi cari. Le mie più sincere condoglianze e vicinanza alla sua famiglia". Un grazie arriva anche da Cristiana Capotondi, grande tifosa di calcio - sport che ha sempre praticato - che si rivolge a lui in prima persona pur non avendolo mai conosciuto: "Caro Sinisa, nella tua scomparsa c'è qualcosa che non si può spiegare. Non dipende dal fatto che sei stato un bravissimo giocatore, che ci hai incantato con le tue punizioni, che sei diventato un allenatore capace di entrare nel cuore dei tuoi giocatori oltre che dei tuoi tifosi. La tua scomparsa ci tocca per la qualità della tua anima che era impossibile non amare anche per chi, come me, non ti ha mai conosciuto". "Un guerriero fino alla fine, un uomo speciale" scrive Lorella Cuccarini, stringendosi ai suoi cari: "Ciao Sinisa. Un abbraccio sincero alla famiglia". Un pensiero speciale arriva da parte degli Autogol, trio di YouTuber che spesso lo hanno imitato: "Abbiamo fatto tante volte la tua imitazione, e quando ci siamo incontrati ci hai abbracciato e ci hai detto sorridendo: 'Vi meno adesso o dopo?' - scrivono accanto a una foto col sergente - Dietro quell'immagine di uomo duro abbiamo scoperto un uomo gentile e autoironico. Ciao Sinisa, fai buon viaggio".

Sinisa Mihajlovic e Arianna Rapaccioni, storia di un amore lungo 27 anni 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio Sinisa, cordoglio unanime: i ricordi, da Meloni a Vieri e Cremonini

Today è in caricamento