Domenica, 7 Marzo 2021

Maradona, parla il fratello Hugo: "E' giusto che si indaghi per scoprire se sono stati fatti errori"

Il ricordo del mito tra gioie e dolori e la notizia del medico personale del calciatore indagato per omicidio colposo.

Il fratello di Maradona a Live non è la D'urso

Una vita di successi, gioie e un grandissimo amore per il calcio. La morte di Diego Armando Maradona ha sconvolto il mondo, ma i sospetti sul medico personale di Maradona hanno gettato un velo scuro sulla tragica scomparsa.

A Live non è la D'Urso, il fratello Hugo ha parlato della questione e ha anche risposto alle dichiarazioni di Mughini che in collegamento a Stasera Italia, aveva dichiarato: "È morto a 60 anni, ma era sfatto, frantumato e disperato da anni. Le sue ultime immagini sono raccapriccianti dal punto di vista umano, e lo dico con commozione. Era un essere sfatto dalle sue abitudini. E d'improvviso lo facciamo santo? Ma no, ma no. Era un grandissimo atleta, un figlio del secolo, drammatico e contraddittorio". "Mio fratello si è fatto male da solo - ha commentato il fratello di Maradona - e non ha chiesto nulla a nessuno. Parlare così di un uomo che non si può difendere non mi sembra bello". Mughini, ospite in studio ha risposto: "Non c'entra niente questo, io ho una commozione assoluta per suo fratello, però d'innanzi alla semplificazione di chi vedeva solo la bellezza dei goal mi è sembrato giusto ricordare che non era solo quello".

Barbara D'Urso ha poi mostrato gli articoli e i giornali che parlano del medico personale del calciatore indagato per omicidio colposo. "Io so di quello di cui state parlando. L'unico che stava accanto a Diego era mio nipote per lui era come un altro figlio. Mi ha detto che c'era l'infermiera e i dottori, ma lui non voleva che entrassero in camera, non lo so che cosa è successo. Io mi auguro che non sia stata trascurata la sua vita e che non siano stati commessi errori dai medici. Mi dispiace, perché se fosse vero quello che dicono i giornali mi farebbe ancora più male, non si meritava di essere lasciato senza cure. Penso che debbano essere fatte le indagini".

Il ricordo del grande Diego è stato poi affidato ai video: lui da piccolo, i primi passi con il pallone, i primi successi, le vittorie, l'amore per le donne, il matrimonio, i figli, le polemiche contro il "figlio illegittimo", ma poi l'incontro e il ritrovato amore. Ed ancora la droga, gli arresti e infine il dolore dell'Argentina e di Napoli. I funerali e le lacrime dei suoi tifosi. Il fratello Hugo non ha potuto trattenere le lacrime e in dolore composto ha pianto guardando le immagini del carro funebre.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maradona, parla il fratello Hugo: "E' giusto che si indaghi per scoprire se sono stati fatti errori"

Today è in caricamento