Martedì, 23 Luglio 2024
Vip

"Pensati libera ma solo se sei Chiara Ferragni", Naike Rivelli difende l'11enne e spara a zero sull'imprenditrice

In un video su Instagram l'indignazione della figlia di Ornella Muti, che fa luce sul tema minori e social

Naike Rivelli non fa sconti a Chiara Ferragni dopo il botta e risposta su Instagram con la ragazzina di 11 anni a cui hanno poi chiuso l'account. Giulia - questo il nome della bambina 'dissidente' - aveva criticato l'imprenditrice digitale per l'ennesima foto senza veli pubblicata sul suo profilo, definendola "volgare", e prendendosi la replica del suo idolo che ha ribadito come quel post fosse un messaggio di libertà ed emancipazione femminile. 

Tempo qualche giorno di ribalta e l'account di Giulia è stato chiuso per via della sua età. A 11 anni, infatti, non è consentito avere un profilo social ed è proprio su questo punto che Naike Rivelli batte il ferro (ancora molto caldo): "Pensati libera di esporre sui social i tuoi figli minorenni ma solo se sei Chiara Ferragni - dice senza filtri in un video su Instagram - Cose incredibili che accadono solo in Italia. Una ragazzina di 11 anni viene bloccata e cancellata da Instagram perché ha fatto un commento alla signora Ferragni e il mondo si è innalzato per far vedere a tutti che quella bambina non doveva avere un social perché ha solo 11 anni. Ma allora i figli degli influencer, che stanno sui social e sono più piccoli di 12 anni e non sanno neanche di starci, per loro è tutto ok? Va benissimo così? Essere monetizzati su internet, quello va bene".

La figlia di Ornella Muti fa una riflessione incontestabile "Se Instagram e Meta hanno chiuso l'account di Giulia Dedola perché sotto i 12 anni i bambini non possono avere un account (aperto e controllato dai genitori) per via del regolamento Instagram, allora invito tutti a segnalare gli account di minori aperti in rete. Specialmente quelli degli influencer che li privano della loro privacy e monetizzano ogni cosa assieme a loro senza che lo sappiano e senza il loro consenso".  L'appello di Naike è durissimo: "Invito i media a tirare fuori le palle, e indagare su come vengono implementate queste linee guida e regole di Instagram. Se i bambini non possono avere account vanno immediatamente chiusi tutti quelli ancora esistenti. Come mai solo ora viene chiuso un account di una undicenne?". La conclusione è severa: "Solo ora che la mamma che ha più account al mondo dei suoi figli in rete, infastidita da un commento di una ragazzina pensante, scatena i suoi follower che segnalano il grave sbaglio di aprire un account a un minore. Ma quello dei suoi figli non è un account di minori? Perché nessuno osa parlarne? Paura? Le regole valgono per tutti, specialmente quelle sui bambini".

Il video pubblicato da Naike Rivelli

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Pensati libera ma solo se sei Chiara Ferragni", Naike Rivelli difende l'11enne e spara a zero sull'imprenditrice
Today è in caricamento