Martedì, 2 Marzo 2021

Nancy Brilli rompe il silenzio sulla Ares: "Vi racconto il fax che mi arrivò all'improvviso. Ci soffrii molto"

Ospite di Verissimo, l'attrice romana racconta il rapporto con la casa di produzione di alcune delle sue fiction più famose. Poi le confessioni sul divorzio da Roy De Vita

Nancy Brilli ospite di Verissimo

Nancy Brilli, ospite domani a Verissimo, si confessa a proposito della sua carriera. Dal ricordo di Gigi Proietti, scomparso in queste ore a seguito di un attacco cardiaco, al lavoro con la Ares Gate, (ex) società di produzione che in queste settimane è stata al centro di polemiche nate al Grande Fratello Vip.

Il rapporto con Gigi Proietti

Nancy ricorda commossa l’amico e collega Gigi: “È stata una settimana difficile. Gigi per me era quello che era per tutti, un maestro, un grande attore, una colonna portante dello spettacolo italiano e una persona di grande cultura, ma portata con estrema naturalezza e umiltà. Sapeva apprezzare il talento ed era molto generoso con gli attori che lavoravano con lui. Poi era un amico che mi ha fatto tanto pensare e tanto ridere. Mi piace credere che torneremo a unirci e a far parte di un’unica energia”.

I funerali di Gigi Proietti: a Roma un applauso interminabile per l'ultimo saluto

Nancy Brilli sulla Ares

Alla domanda sul suo rapporto con il mondo Ares, la Brilli risponde: “Con loro ho fatto dei bellissimi lavori di successo, però, a un certo punto si dev’essere rotto qualcosa. Ad un certo momento ho completamente smesso di lavorare senza sapere il perché. Una sera mi è arrivato un fax che recitava così ‘Siccome lei non ha accettato non farà il prossimo film con noi’. Non ho mai capito cosa non avessi accettato. Ho cercato spiegazioni e credo che mi abbiano fatto fuori. Ci ho sofferto tanto ma oggi me ne sono fatta una ragione”.

Ares Gate, Maria De Filippi dice la sua

A Silvia Toffanin, l’attrice racconta la fine della sua relazione con Roy De Vita dopo quindici anni di amore: “Alla fine della storia ci sono state delle cose fatte male. Litigavamo, eravamo antipatici, non mi piacevo io e non mi piaceva neanche lui. Ora però è rimasta la famiglia, perché i nostri figli sono davvero fratelli senza avere gli stessi genitori: questa cosa siamo riusciti a farla bene. Ora – aggiunge - siamo in ottimi rapporti perché le cose sono chiare, non ci sono pendenze. Rimane il bene che abbiamo fatto insieme”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nancy Brilli rompe il silenzio sulla Ares: "Vi racconto il fax che mi arrivò all'improvviso. Ci soffrii molto"

Today è in caricamento