rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Vip

Noemi Bocchi si racconta: "Domani per me sarà un giorno importante"

La compagna di Francesco Totti torna sui social alla vigilia dell'intervento chirurgico

Qualche settimana fa Noemi Bocchi si è esposta per la prima volta sui social in prima persona. Nulla a che vedere con il compagno Francesco Totti, nessun riferimento alla sua vita sentimentale: ai follower la fidanzata dell'ex calciatore aveva raccontato della sua condizione fisica segnata dalla diastasi addominale, un problema che le aveva causato non pochi fastidi in passato e che adesso sentiva di voler condividere. 

Qualche giorno fa Bocchi era tornata sulla questione anticipando l'operazione a cui si sarebbe sottoposta: "So bene che la patologia che ho è solo invalidante e può essere curata... Tuttavia l'intervento chirurgico spaventa me così come spaventa ognuna di voi", aveva scritto in un post, supportato da tanti utenti tra cui il compagno che ha lasciato un like in segno di comprensione, ma pure criticato da quanti sostenevano la lieve entità del problema dinanzi alla ben più importante gravità di altre patologie. Ora il momento dell'intervento chirurgico pare proprio essere arrivato: "Ultimi preparativi: domani per me sarà un giorno molto importante" ha scritto Noemi in una storia Instagram dove ha taggato il medico specializzato in chirurgia plastica e ricostruttiva che si occuperà dell'operazione. L'hashtag #diastasiaddominale ha poi completato il breve video che la mostra mentre prepara il borsone. 

noemi bocchi

Cos'è la diastasi addominale

Come spiega Napoli Today, la diastasi addominale è un disturbo che colpisce soprattutto le donne a fine gravidanza e consiste nella dilatazione eccessiva della membrana fibrosa (aponeurosi tendinea) che tiene uniti i due muscoli retti addominali (di destra e sinistra), situati nella parte bassa dell'addome. In presenza di questa patologia i muscoli si allargano e tendono ad allontanarsi dalla linea mediana. Questo comporta un indebolimento della parete addominale che non è più in grado di svolgere la propria funzione di contenimento. In alcune donne, può capitare che questo disturbo persista anche dopo il parto. In questo caso è necessario rivolgersi ad un fisioterapista per riequilibrare il tono muscolare o, nei casi più gravi, ricorrere all’intervento chirurgico, per evitare complicanze ulteriori come lombalgie, incontinenza urinaria, difficoltà digestive. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Noemi Bocchi si racconta: "Domani per me sarà un giorno importante"

Today è in caricamento