Giovedì, 23 Settembre 2021
confessioni

Ornella Vanoni: "Ho perso tutti i soldi". Poi il retroscena sulla lite con Mina

Alla vigilia dell'uscita del docufilm sulla sua vita "Senza Fine", la cantante si racconta in vesti inedite e private. Dal difficile legame col figlio al rapporto con la morte

In attesa che venga presentato al Festival di Venezia il docufilm Senza fine di Elisa Fuksas, che la vedrà protagonista, Ornella Vanoni si racconta in vesti inedite, quelle legate al suo privato. La voce più intensa della musica italiana si è lasciata andare ad alcune confessioni in occasione di un colloquio col giornalista Aldo Cazzullo del Corriere della Sera, tra i ricordi della carriera, la vita sentimentale, la rivalità con le colleghe e, in ultimo, la mancata capacità di gestire il denaro. 

"I soldi? Ho perso tutto"

Vanoni, stando a quanto racconta, sarebbe tutt'altro che milionaria. Le dichiarazioni a proposito del suo patrimonio non si fermano ad essere morboso interesse circa il suo privato, ma rivelano un lato malinconico dell'artista 86enne. "(I soldi, ndr) li ho sempre persi tutti - dichiara - Hanno scritto che ho un patrimonio di 118 milioni di euro, più di Miuccia Prada. Se fosse vero non sarei qui con lei, sarei a nuotare in un’isola del Pacifico". 

"Rivendevo le case a metà prezzo perché mio figlio non veniva a trovarmi"

Nessuno sperpero nei vizi, dietro la poca ricchezza. Incalzata sul perché sia rimasta a secco, la cantante risponde: "Un po’ perché mi fregavano: a fine tournée talora mi davano solo una parte di quel che mi spettava; sapevano che non avrei controllato. E un po’ per un senso di solitudine. Ero sempre da sola nelle mie scelte; e gettavo via il denaro. Compravo una casa, la arredavo, poi vedevo che nessuno veniva a trovarmi, neppure mio figlio, e la rivendevo, magari a metà prezzo". 

Classe 1962, il figlio di Vanoni è Cristiano Ardenzi, nato dal breve matrimonio col produttore Lucio Ardenzi, con cui la relazione è finita quando lei era ancora incinta. "Ci ho messo una vita a recuperare i rapporti con Cristiano - confida - Da piccolo lo lasciavo ai nonni, per lavorare. Volevo restare con lui, ma mio marito mi disse: 'Se non torni subito, sono rovinato'. Così feci 'La fidanzata del bersagliere'. Un bambino tende a pensare che preferisci il lavoro a lui; e ci soffre. Così caddi nella mia prima depressione. La gravidanza però è stata il periodo più bello della vita. Perché è l’unico momento in cui non sei sola. In cui si è davvero in due".

 Ornella Vanoni: “L'ultima delusione d'amore a 60 anni, non cerco storie convenzionali

La lite con Mina

Tra gli altri retroscena svelati da Vanoni, anche la rivalità con Mina. Le due si scontrarono. Tutta colpa di un programma televisivo che avrebbero dovuto condurre insieme, ma dove Ornella venne sostituita, senza essere informata, da Raffaella Carrà. "Eravamo amiche, ci frequentavamo - ha svelato - Un giorno a pranzo suo marito, Alfredo Cerruti, mi propone una trasmissione tv con lei. Accetto e parto felice per le vacanze. A Paraggi mi raggiunge Gigi Vesigna: “Hai visto che Mina fa una trasmissione con la Carrà?”. La chiamo: “Sei una vigliacca”. “Allora è guerra?” risponde. Guerra no; ma avrei voluto saperlo da lei. Poi facemmo pace. Ma da quando si è rifugiata in Svizzera ci siamo perse".

Il rapporto con la morte 

Vanoni vive sola da 25 anni, con il suo cane Ondina. Al giornalista che le domanda se "ha paura", risponde: "Oltre una certa età non si può e non si deve andare. Mia zia visse 107 anni: un cervello lucido, purtroppo, in un corpo distrutto. Da diventare pazzi. No, a un certo punto bisogna morire". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ornella Vanoni: "Ho perso tutti i soldi". Poi il retroscena sulla lite con Mina

Today è in caricamento