Lunedì, 19 Aprile 2021

Paola Perego, nel passato episodi di autolesionismo: "Continuavo a battere il braccio contro il muro"

La conduttrice lo racconta nel libro 'Dietro le quinte delle mie paure', in cui parla senza filtri della sua lotta contro ansia e attacchi di panico

Paola Perego

Il 'Mostro'. Così Paola Perego nel libro 'Dietro le quinte delle mie paure' - in uscita il 12 maggio - chiama l'ansia, il nemico invisibile contro il quale ha combattuto per anni. Una guerra spietata che la conduttrice è riuscita a vincere e ora condivide per liberarsi completamente da questo peso, ma anche per aiutare chi si trova nella stessa situazione.

Su Instagram, in anteprima, qualche pagina. "Il momento in cui pensai di aver toccato il fondo - si legge - ma ahimé non lo avevo nemmeno lontanamente raggiunto, fu quando provai in tutti i modi a rompermi il braccio sbattendolo contro il muro. L'ansia non è un dolore reale e io non ce la facevo più a stare male per qualcosa che non si può vedere, così continuai a battere il braccio sinistro contro il muro del salone, con tutta la forza che avevo, nella speranza di sentire qualcosa di vero che non fosse il panico".

Un episodio di autolesionismo che spiega dettagliatamente: "In quell'occasione scoprii che non è così semplice rompersi qualcosa da soli (riuscii solo a farmi venire una contusione) e scoprii anche che il Mostro era un osso molto più duro di quello del io braccio. La domanda che mi sono fatta più spesso in questi anni è stata: perché a me? Perché devo essere proprio io la vittima sacrificale dell'ansia?". Oggi Paola Perego sta bene e il 'Mostro' è il suo più grande trofeo.

Continua a leggere le notizie su GossipToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paola Perego, nel passato episodi di autolesionismo: "Continuavo a battere il braccio contro il muro"

Today è in caricamento