Martedì, 2 Marzo 2021

Papa Francesco approva le unioni civili, Imma Battaglia alza il tiro: "Benedici me ed Eva"

Colpita dalle parole del Pontefice, e profondamente grata, l'attivistà Lgbt, che l'anno scorso si è unita civilmente alla compagna, chiede la sua benedizione

Eva Grimaldi e Imma Battaglia

Fanno il giro del mondo le parole di Papa Francesco sulle unioni civili, riportate nel documentario 'Francesco', del regista Evgeny Afineevsky, proiettato per la prima volta mercoledì alla Festa del Cinema di Roma. Il film ha fatto risuonare ovunque le posizioni - inaspettate quanto rivoluzionarie - del Capo della Chiesa Cattolica riguardo le coppie omosessuali.

Papa Francesco: "Gli omosessuali hanno diritto di essere una famiglia"

Nel documentario c'è un'intervista di Bergoglio, rilasciata qualche anno fa, in cui afferma: "Gli omosessuali hanno diritto di essere in una famiglia. Sono figli di Dio e hanno il diritto a una famiglia. Nessuno deve esserne escluso. Ciò che dobbiamo creare è una legge sulle unioni civili. In questo modo, gli omosessuali godrebbero di una copertura legale. Io ho difeso norme di questo tipo".

Le reazioni alle parole del Papa

La pubblica apertura del Papa ha suscitato reazioni molto diverse nel mondo politico, delle associazioni cattoliche, ma è soprattutto la comunità Lgbt ad accoglierla con entusiasmo e profonda gratitudine. "Ha deciso di rompere gli indugi" ha commentato Alessandro Cecchi Paone, e sono tanti gli attivisti rimasti piacevolmente colpiti da queste dichiarazioni. Tra loro Imma Battaglia, che su Instagram ha pubblicato un video rivolgendosi direttamente al Pontefice: "Grazie Papa Francesco. Da donna omosessuale che da più di 30 anni lotta per i diritti delle persone omosessuali, oggi sono la donna più felice sulla faccia della Terra. Ringrazio il regista del documentario che ha fatto vedere a tutti la tua grande umanità, ma soprattutto ringrazio te per aver fatto la dichiarazione storica più rivoluzionaria. Le coppie gay devono essere riconosciute nelle unioni civili perché costituiscono famiglia. Gesù non discrimina nessuno e gli omosessuali hanno diritto di vivere la lora vita di affetto".

Tiziano Ferro scrive al Papa dopo l'apertura alle unioni civili per le coppie gay

Imma Battaglia chiede la benedizione al Papa per la sua unione con Eva Grimaldi

La Battaglia, commossa, ricorda il giorno in cui ha incontrato Papa Francesco, insieme a sua madre. Già da allora era nata in lei una profonda ammirazione per il Santo Padre: "All'inizio della tua elezione dicevano che eri un integralista, un gesuita, io invece ho sempre pensato che eri il vero grande portatore del messaggio cristiano. Una persona straordinaria, con un'umanità che abbraccia tutti e tutte, che ci fa sentire protetti nel grande abbraccio di Dio. Io lo sapevo che tu eri Papa Francesco, quel grande uomo che avrebbe restituito dignità a tutti, ai poveri, agli immigrati, ai disperati e alle persone omosessuali. Io ed Eva, il 19 maggio dello scorso anno, abbiamo deciso di unirci civilmente e costituire una famiglia a cui tu oggi dai tanta dignità". Infine l'appello: "Papa Francesco, io ed Eva ti chiediamo di essere benedette da te. Questo ci è mancato quel 19 maggio, la benedizione di Dio, anche se quell'arcobalenno comparso in mezzo ai temporali era un chiaro messaggio che i nostri cari, mamma Elvira e mio padre Gennaro, insieme a Dio, erano lì con noi. E adesso anche insieme a te. Grazie papa Francesco". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Papa Francesco approva le unioni civili, Imma Battaglia alza il tiro: "Benedici me ed Eva"

Today è in caricamento