rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
LA regina contro il figlio

La Regina Elisabetta contro il figlio: revocati titoli e incarichi

La Regina Elisabetta II ha preso la sua decisione che è stata anche condivisa sui social

Il giudice ha respinto la richiesta, dei legali del Duca di York, di archiviare la denuncia per abusi sessuali presentata da Virginia Giuffre contro il figlio della Regina Elisabetta II e di Filippo di Edimburgo. Buckingham Palace, dopo un iniziale silenzio, ha preso una decisione che ha lasciato Andrea completamente da solo.

Il Duca di York già da anni non prendeva parte agli eventi pubblici, ma in una nota, condivisa anche sui social, pubblicata ieri, giovedì 13 gennaio, si legge la scelta della Regina Elisabetta II che sembrerebbe essere stata presa di comune accordo (ma sappiamo che queste sono delle formule standard): "Con l’approvazione e l’accordo della Regina, le affiliazioni militari e i patronati Reali del Duca di York sono stati rimessi nelle mani della Regina. Il Duca di York continuerà a non intraprendere impegni pubblici e si difenderà nell’ambito di questo caso come un privato cittadino".

Andrea non sarà più il colonnello del reparto delle Grenadier Guards e non sarà il patrono delle associazioni benefiche e culturali della famiglia reale. Secondo quanto riportato dalla BBC, il Duca di York non potrà più sfruttare il titolo di "Sua Altezza Reale" nelle occasioni pubbliche. Quindi, proprio come si legge nella nota, al processo non sarà considerato un membro della famiglia reale.

Il coinvolgimento del principe Andrea nel caso Epstein

Un giudice federale ha respinto il 1 gennaio la richiesta avanzata dal principe Andrea di bloccare la causa di risarcimento intentata da Virginia Giuffre nei suoi confronti. Il figlio della sovrana inglese è accusato di aver avuto rapporti sessuali con lei in tre diverse occasioni, quando la donna era minorenne (aveva 17 anni) e faceva parte del gruppo delle ragazze di Jeffrey Epstein, il finanziere che due anni fa si è suicidato nel carcere di New York dove era rinchiuso con l'accusa di aver abusato di decine di minorenni. Il giudice ha detto agli avvocati del principe Andrea che devono consegnare i documenti secondo il programma stabilito nella causa intentata ad agosto da Virginia Giuffre. L'avvocato del Duca di York, Andrew Brettler, ha definito la causa "infondata" e lo stesso principe Andrea ha ripetutamente negato le accuse di Giuffre. Gli avvocati del principe Andrea sostengono che l'accordo transattivo tra Epstein e Giuffre del 2009 protegge il reale britannico dalle pretese avanzate da Giuffre e sarà motivo sufficiente per l'archiviazione della causa. La giustizia Usa però non ha accettato l'archiviazione e quindi si andrà a processo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Regina Elisabetta contro il figlio: revocati titoli e incarichi

Today è in caricamento