rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Vip

Simona Ventura ricorda la separazione da Stefano Bettarini: "Fu dolorosa"

La conduttrice e l'ex calciatore sono stati insieme dieci anni e hanno avuto due figli

"Il passare degli anni per me non è mai stato un problema perché per la mia carriera non ho mai puntato sulla bellezza ma sul talento'': così Simona Ventura si racconta e parla della sua esperienza come concorrente di Ballando con le Stelle insieme al compagno Giovanni Terzi. "È un'esperienza bellissima, balli da ragazzina e pensi aver dimenticato tutto e invece ti ritrovi all'alba dei 60 anni esattamente come eri allora" confida la conduttrice, entusiasta anche perché viene condivisa con l'uomo che tra qualche mese diventerà suo marito. 

"Noi siamo la prima coppia che partecipa insieme a Ballando, per cui siamo delle cavie da un certo punto di vista. Lo scorso anno anche Selvaggia andò a Ballando con il suo compagno Lorenzo (Biagiarelli, ndr) ma lei era in giuria e lui era un concorrente per cui lei ha vissuto questa cosa malissimo a differenza mia e di Giovanni che invece stiamo vivendo una esperienza bellissima", ha detto del compagno, definito come "la sua forza, preziosissimo". Sulla data del loro matrimonio, però, Ventura ancora non si sbilancia: "Per scaramanzia non vogliamo dirla, l'abbiamo fissata - ammette - sicuramente ci sposeremo il prossimo anno ma diremo la data esatta solo a ridosso del matrimonio''.

La separazione da Stefano Bettarini

Prima di Giovanni Terzi, Simona Ventura è stata sposata con Stefano Bettarini, padre dei suoi figli Nicolò e Giacomo. La loro separazione, avvenuta dopo dieci anni di matrimonio, nel 2008, non fu per nulla facile: "Fu dolorosa perché fu pubblica" dice oggi, "Già la separazione di per sé è dolorosa perché è il fallimento di un progetto di vita, poi se diventa anche un fatto pubblico è ancora più difficile da superare. Nella vita non si può essere sempre 'up', sicuramente la 'Super Simo' degli anni '90 era più spensierata e aveva meno responsabilità poi nella vita accadono tante cose ma ci si rialza sempre". E a proposito dei suoi figli: "Un tempo noi conduttori per fare curriculum lavoravamo anche gratis, quanti lo farebbero oggi? Anche ai miei figli dico sempre che, al di là delle opportunità che gli diamo, si devono fare il mazzo come ce lo siamo fatto noi" prosegue: "Ho iniziato a lavorare in televisione nel 1987 su Rai1, Magalli mi prese a 'Domani Sposi', lui con me fu molto gentile e anche molto serio per cui io lo ringrazierò sempre, è una di quelle persone che mi ha sempre aiutata. Anche a Mediaset ho fatto tante belle cose, da 'Le Iene' a ‘Mai dire gol' dove dovevo restare per undici puntate e invece sono rimasta per ben tre anni e anche lì ho scelto la strada più difficile. Mi piace mettermi in gioco e ho sempre amato la sfida. Non ho nessun rimpianto, ho fatto veramente tutto quello che potevo desiderare". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Simona Ventura ricorda la separazione da Stefano Bettarini: "Fu dolorosa"

Today è in caricamento