Venerdì, 19 Luglio 2024
Vip

Tonino Lamborghini sulla figlia illegittima: "Magari qualche nocciolina l'avrà. Elettra è inca**ata"

L'imprenditore in una conferenza stampa ha parlato della questione e si è tolto qualche sassolino dalla scarpa

Tonino Lamborghini ha deciso di parlare della questione giudiziaria intorno alla presunta paternità di Flavia Borzone. La 36enne napoletana, tre giorni fa, è stata assolta dall’accusa di diffamazione, mentre sua madre (anche lei coinvolta nella causa per il riconoscimento), Rosalba Colosimo, è stata condannata a una multa di mille euro. Lamborghini le aveva querelate dopo che le due, in alcune interviste, avevano chiesto che si sottoponesse al test per verificare o meno chi avesse ragione: se loro o lui. Al momento Tonino starebbe pensando se fare o meno appello.

"La vivo male, perché tocca la mia famiglia, io di guerre ne ho fatte tante, ma non la mia famiglia", ha spiegato Lamborghini nella conferenza stampa da lui organizzata proprio per parlare della questione nel Museo Ferruccio Lamborghini, a Funo di Argelato, Bologna. "Noi cerchiamo di far luce e chiarezza – ha precisato – affinché il mio nome non venga sputtanato, la mia famiglia pure e la gente non venga ingannata da informazioni grossolane, generiche e approssimative".

"La relazione con Rosalba Colosimo c'è stata"

È lo stesso imprenditore, come riporta Repubblica, a confermare che con Rosalba Colosimo c'è stata una relazione che risale agli anni '80, ma che fu caratterizzata "da pochissimi e saltuari rapporti intimi quando io non ero ancora sposato", lei "tra un aereo e l’altro si appoggiava ogni tanto in casa mia a Bologna e poi tornava dal marito".

Per quello che risulta a Lamborghini Flavia non è sua figlia: "Chi vivrà vedrà, io mi batterò per la verità fino all’ultimo. Se mi proponessero di fare il test del Dna aprioristicamente dico di no, perché ho avuto tante donne, prima di mia moglie, dovessi rendermi disponibile a tutte quelle che pensano di dire 'questa è tua figlia', no". Per poi aggiungere: "Che uno salti fuori dopo 35 anni è un po’ sporca, però", lasciando così intendere che sarebbero interessate solo all'eredità.

"Sono la sorella di Elettra Lamborghini": la storia di Flavia Borzone e del campione di Dna rubato

Il test del Dna tramite una cannuccia

Il test del Dna presentato dall'avvocato di madre e figlia era stato realizzato tramite una cannuccia utilizzata da Elettra Lamborghini e recuperato dal bidone della spazzatura. E in merito a ciò Tonino ha aggiunto: "Se la prendi dalla spazzatura come fai a sapere che quella cannuccia è di Elettra o no? Non c’è il nome sopra, magari prendi la cannuccia della signora Flavia la ciucci e poi dici che è compatibile, per forza".

In passato era stato fatto un altro test d'identità di cui però né i legali né Lamborghini hanno mai saputo nulla: "La signorina Flavia nel febbraio 2019 salì una volta in macchina mia chiedendomi di fare un test del Dna. E quando ho risposto che non ci pensavo nemmeno mi ha preso una bottiglia d’acqua con l’intenzione di fare il test, la agitava da lontano. Ma non abbiamo mai saputo niente". 

A far però davvero arrabbiare l'imprenditore è stata la chiamata a sua moglie. In quell'occasione Rosalba e Flavia le raccontarono la vicenda: "Ma stiamo scherzando? Hanno buttato per aria una famiglia", e in merito al fatto che le due citino sempre Elettra, la più nota delle figlie ha aggiunto: "Guarda caso si interessano sempre a Elettra, che è la più celebre, ma io di figli ne ho cinque. Elettra è incazzata come una iena, le altre due figlie oggi hanno 24 anni, Ginevra è battagliera anche lei. C’è modo e modo. Cerca pure la verità, però non puoi fare uno sbandieramento così, anche se avessi una volontà su mille di partecipare, di aiutare, col piffero che lo faccio".

Le mire al patrimonio: "Qualche nocciolina l’avranno, ma io ho una moglie, dei figli"

"Queste sono convinte un giorno di diventare miliardarie, ma non stanno mica così le cose, forse qualche nocciolina l’avranno, ma io ho una moglie, dei figli. Pensano solo alla notorietà, se la notizia la porti a vari giornali tiri fuori 30, 40, 50mila euro come ridere, per loro è oro che cola", ha aggiunto Tonino.

"Ma vi rendete conto cosa si fa per danaro? Si rinnega un padre - ha dichiarato l'imprenditore -, chi ti ha cambiato i pannolini, ti ha portato a scuola, ti ha portato in vacanza suonando la chitarra e vendendo i quadri per le strade di Napoli, sperando che poi alla mia morte questa erediti? Sono indignato. E poi il povero padre che anche lui per danaro accetta e ammette di essere cornuto, contento e patentato? E accetta di sottoporsi al test?".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tonino Lamborghini sulla figlia illegittima: "Magari qualche nocciolina l'avrà. Elettra è inca**ata"
Today è in caricamento