Giovedì, 25 Febbraio 2021

"Vittorio Cecchi Gori ha avuto un malore dopo l'intervista di Rita Rusic"

Nel colloquio con Sivlia Toffanin a Verissimo, l'ex moglie del produttore lo aveva accusato, tra le altre cose, di esser stato un uomo aggressivo

Vittorio Cecchi Gori, 78 anni

Vittorio Cecchi Gori si sarebbe sentito male dopo l'intervista di Rita Rusic a Verissimo. A riferirlo è il suo medico personale al sito AffariItaliani. Nel colloquio con Silvia Toffanin, infatti, l'ex moglie del produttore ha usato parole forti nei suoi confronti, affermando di essere stata messa alla porta all'improvviso negli affari di famiglia e dichiarando che l'uomo sarebbe arrivato ad avere atteggiamenti "aggressivi". "Il racconto della Rusic non corrispondeva alla verità", replica oggi il dottore, "Tutte bugie, mi diceva Vittorio con un filo di voce e con un forte stato di ansia". 

Il malore di Vittorio Cecchi Gori

Lo stesso pomeriggio della messa in onda dell'intervista, Cecchi Gori si sarebbe sentito male. Fortunatamente si trovava proprio in compagnia del medico, che avrebbe subito provveduto a soccorrerlo subito. Ad aggravare lo stato d'animo dell'uomo, il fatto che proprio in queste settimane si trova in detenzione domiciliare. Non solo: alcuni problemi di salute gli avrebbero fatto rischiare la morte a Natale. Ne consegue che, secondo il dottore, le dichiarazioni di Rusic sarebbero state avanzate in un momento azzardato. 

L'intervista di Rita Rusic su Vittorio cecchi Gori

I rapporti tra Rita Rusic e Vittorio Cecchi Gori si sono interroti quest'estate. I due sono stati sposati dal 1983 al 2000 poi, nel 1993, la donna, con il nome di Rita Cecchi Gori, ha iniziato ad affiancare il marito negli affari diventandone anche socia.  "Non ci parliamo da giugno, da quando l’ho rimproverato per avermi tolto tutto. Lo rispetto come padre dei miei figli, ma non gli perdonerò mai il fatto di aver confuso la sua unica famiglia per dei nemici e anche il fatto di avermi tolto la dignità di produttrice. Ho resistito per anni in una situazione difficile per i figli e anche per il lavoro. Dopo 20 anni, un giorno, all’improvviso, mi hanno detto che non potevo più entrare in ufficio e nelle nostre case. Parlano sempre della mia separazione milionaria, ma la verità è che ho fatto un divorzio a “zero euro”, nonostante fossimo una delle famiglie più agiate d’Italia". 

E a Toffanin che le ha chiesto se in passato l'uomo sia mai stato violento anche fisicamente, Rita risponde: "Si sa che nei momenti drammatici può succedere di tutto. Eravamo diventati una famiglia sofferente, lui se ne rendeva conto ma si vede che dall’altra parte c’era qualcosa di più importante. È stato molto triste separarmi, ma l’ho fatto anche per un forte senso di responsabilità per i figli. Loro hanno sofferto la mancanza d’amore da parte di un padre che, forse, non era in grado di dargliene". 

Rita Rusic choc: "Cecchi Gori mi ha tolto tutto, non posso più entrare in ufficio" 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vittorio Cecchi Gori ha avuto un malore dopo l'intervista di Rita Rusic"

Today è in caricamento