rotate-mobile
Sabato, 28 Gennaio 2023
Vip

Vittorio Feltri: "Sposato da 55 anni, qualche distrazione me la sono presa"

Il giornalista, ospite dei Lunatici su Rai Radio2, parla senza filtri della sua vita privata

"Se piaccio non me ne sono mai accorto". Così Vittorio Feltri, ospite dei Lunatici su Rai Radio2, parla del suo rapporto con le donne. Sposato da 55 anni con Enoe Bonfanti - conosciuta dopo la drammatica scomparsa della prima moglie, Maria Luisa, morta dopo il parto - il giornalista ne parla ancora oggi innamorato. Ma ammette: "Sono sposato con una donna che mi ha salvato la vita. Qualche distrazione me la sono presa anche io, come tutti. Non si è trattato di tradimenti autentici ma di diversificazioni. Il tradimento autentico è quando uno si innamora, lascia la moglie e i figli, va da un'altra parte. Sono cose che bisogna evitare perché non servono. Io queste cose le ho sempre evitate e sono ancora con mia moglie, con la quale mi trovo benissimo". 

L'amore per le donne lo ha scoperto giovanissimo: "Alle medie avevo vinto un concorso con un tema. Mi avevano costretto ad andare anche nelle aule femminili, perché all'epoca non esistevano le classi miste. Mi sono messo a leggere il tema a queste ragazze, tutte applaudivano entusiaste, tranne una, che sembrava annoiata. Era bellissima, si chiamava Maria Luisa. Me ne innamorai, fu la mia prima volta. Abbiamo fatto anche scherma insieme, poi lei è andata all'università, io lavoravo - ricorda - Mi sono laureato anche io in scienze politiche, ma si tratta di un cortese omaggio che mi hanno fatto. Gli esami li sostenevo in un modo ridicolo. Chiacchieravo del più e del meno. Se mia moglie ha mai scoperto le diversificazioni? Qualche volta sì, mi ha beccato e si è anche molto arrabbiata". 

La morte

Durante l'intervista si parla anche di morte. Com'è nel suo stile, Feltri non usa mezzi termini: "Ci penso spesso, anche perché sono vecchio. Ho 79 anni. Guardo tutti i giorni i necrologi e dopo i 75 76 anni i morti fioccano che è una meraviglia. Dopo la morte non c'è assolutamente niente. Quelli che parlano del paradiso mi fanno sorridere. Pensi a quanti miliardi di persone si ritroverebbero in paradiso. E poi cosa si fa in paradiso? Si fanno tutto il giorno le lodi al signore. E' una cosa che io voglio evitare. In paradiso non conoscerei nessuno. Preferirei l'inferno".

Vittorio Feltri insulta i meridionali: "In molti casi sono inferiori"

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vittorio Feltri: "Sposato da 55 anni, qualche distrazione me la sono presa"

Today è in caricamento