Martedì, 28 Settembre 2021
energia

Abruzzo: nel 2013 boom delle energie rinnovabili

Il 60% dell'energia elettrica consumata nel 2013 dagli abruzzesi è stata prodotta da fonti rinnovabili, acqua, sole e vento

Il Forum abruzzese dei movimenti per l'acqua ha elaborato i dati ufficiali che TERNA ha diffuso pochi giorni fa, evidenziando questo vero e proprio record.

Nel 2013 l'Abruzzo ha consumato 6.808,3 Gigawattora producendone 4.586,9 attraverso gli impianti presenti nella regione. Di questi ben 3.263,2 da idroelettrico, fotovoltaico e eolico (il 71,1% dell'energia elettrica prodotta in Abruzzo!). Il contributo maggiore lo ha dato il settore idroelettrico che ha recuperato rispetto al 2012 tornando ai livelli degli anni precedenti, mentre un vero boom è quello relativo al fotovoltaico che in 5 anni tra il 2009 e il 2013 è passato da 13,5 gigawattora a 809,4.

Per il Forum si tratta dell'ennesima dimostrazione che la regione Abruzzo ha deciso di puntare su un percorso alternativo da quello della deriva petrolifera. Per questo rinnova l'appello a comitati, enti locali, singoli cittadini e imprese a presentare osservazioni al Ministero dell'Ambiente contrarie al progetto Ombrina mare entro il 29 luglio, termine fissato dalla legge sulle procedure di Valutazione di Impatto Ambientale.

Per quanto riguarda il futuro dell'energia elettrica il Forum, in considerazione dei risultati raggiunti e dell'interconnessione che esiste con le altre regioni, ritiene sia necessario evitare l'ennesima rincorsa a costruire nuovi impianti idroelettrici tradizionali a scapito della qualità dei fiumi della regione.

Discorso diverso è quello che riguarda invece il consumo di energia per altri usi, dal riscaldamento domestico ai trasporti. Qui c'è ancora molto da fare, soprattutto sul patrimonio edilizia e sulla mobilità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abruzzo: nel 2013 boom delle energie rinnovabili

Today è in caricamento