Lunedì, 14 Giugno 2021
energia

Energia: Mise, Italia sempre meno dipendente dall’estero

E' stata pubblicata sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico, la Relazione sulla “Situazione energetica nazionale nel 2014” che fornisce il quadro informativo necessario per il monitoraggio e l'avvio dell'aggiornamento della Strategia Energetica Nazionale (SEN) approvata nel 2013

Prosegue la transizione energetica dell’Italia verso un sistema più efficiente, meno dipendente da fonti estere e in cui le energie rinnovabili svolgono un ruolo sempre più rilevante. L’energia da fonti rinnovabili copre infatti oltre un quinto della produzione primaria richiesta e rappresenta la prima fonte di generazione elettrica (43% della produzione nazionale lorda). La fonte rinnovabile più utilizzata per la produzione di energia elettrica è quella idraulica (47-48% della generazione da FER), seguita da quella solare (19-20%), dalle bioenergie (biomasse solide, bioliquidi, biogas e frazione rinnovabile dei rifiuti(14%), dalla fonte eolica (13%) e da quella geotermica (5%). La fonte rinnovabile più utilizzata nella produzione di energia termica (riscaldamento e produzione acqua sanitaria) è costituita dalla biomassa solida (7,8 Mtep nel 2013 e 7,3 Mtep secondo le stime preliminari del 2014), utilizzata soprattutto nel settore domestico in forma di legna da ardere e pellet. Il pellet e' stato recentemente oggetto di rincaro dell'Iva dal 10% al 22%. Ancora piuttosto limitato, invece, lo sfruttamento della risorsa geotermica e di quella solare (complessivamente 0,3 Mtep - 0,4 Mtep). È da sottolineare, infine, il contributo rilevante fornito delle pompe di calore (oltre 2,5 Mtep sia nel 2013 che nel 2014).

Anche la riduzione degli usi finali di energia (-4,6%) è stata generalizzata in tutti i settori e particolarmente acuta negli usi civili (famiglie e servizi pubblici e privati), che rimangono i maggiori consumatori di energia.
Una ripresa dei consumi si registrata invece nel settore trasporti, dopo sette anni di contrazione.

Questo è quanto emerge dalla Relazione sulla “Situazione energetica nazionale nel 2014” che è stata pubblicata sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico. La relazione è stata redatta da un gruppo di lavoro costituito presso la Direzione Generale per la Sicurezza degli Approvvigionamenti e le Infrastrutture Energetiche (DGSAIE) e formato da rappresentanti istituzionali e settoriali interessati alle tematiche energetiche.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Energia: Mise, Italia sempre meno dipendente dall’estero

Today è in caricamento