Mercoledì, 22 Settembre 2021
energia

Edilizia, lo Sblocca Italia accelera sul risparmio energetico: tagliata l'Iva

La tassa sul valore aggiunto passerà dal dieci al quattro per cento per chi ristruttura la propria casa per renderla efficiente dal punto di vista energetico

Iva giù dal dieci al quattro per cento per chi utilizza le detrazioni fiscali per ristrutturare casa ed effettuare interventi per migliorare l'efficienza energetica dell'immobile. E' questo l'importante risultato scaturito dai lavori sulla legge di conversione del decreto Sblocca Italia in commissione Ambiente a Montecitorio. Per compensare il taglio, introdotto da un emendamento presentato dal Movimento 5 Stelle, viene aumentata l’Iva per le nuove costruzioni vendute direttamente dalle imprese dal 4 al 10%. Non è detto che questo basti. Il taglio potrebbe non essere compatibile con le norme comunitarie. Se così non fosse, si ipotizza che le conseguenze sull'edilizia privata saranno enormi. La modifica dovrebbe fungere da incentivo dando una forte spinta alle ristrutturazioni. Si va inoltre ad aggiungere all'ecobonus, già previsto e oggetto di discussione della legge di Stabilità.

Buone notizie anche per il mercato immobiliare. Confermata la deduzione Irpef del 20% per chi compra una casa nuova o ristrutturata. La precedente versione del testo prevedeva che l'incentivo andasse solo a chi si impegnava ad affittare a canone concordato per otto anni l'immobile appena acquistato, adesso il testo è stato modificato e l'agevolazione è stata estesa. 

Le votazioni sul decreto legge andranno avanti tutta la settimana. Il testo, da inviare al Senato, scade l'11 novembre 2014. Il tempo quindi stringe e non è escluso che alla fine il Governo ponga la fiducia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Edilizia, lo Sblocca Italia accelera sul risparmio energetico: tagliata l'Iva

Today è in caricamento