Venerdì, 17 Settembre 2021
Scienza

Cambiamenti climatici, è allarme per gli esseri umani: "Diventeranno palmipedi"

A pensarlo Matthew Skinner, paleoantropologo dell'Università del Kent secondo il quale per vedere sott'acqua, gli uomini svilupperanno occhi da gatto

Gli esseri umani potrebbero diventare palmipedi. A causa dell'innalzamento del livello dei mari, dovuto ai cambiamenti climatici, la specie potrebbe subire una mutazione e sviluppare mani e piedi palmati. La curiosa teoria arriva da Matthew Skinner, paleoantropologo dell'Università del Kent, secondo cui l'uomo potrebbe col tempo essere indotto a maggiore affinità con l'ambiente acquatico, sviluppando anche delle modifiche all'apparato visivo umano, che potrebbe diventare più simile a quello dei gatti, in modo da poter distinguere la realtà nella profondità di mari e fiumi.

Dal punto di vista scientifico la mutazione avverrebbe con la creazione di un "tapetum lucidum", uno strato aggiuntivo nella retina. Anche i polmoni potrebbero restringersi, dato il minore utilizzo sott'acqua. Tra le previsioni dello scienziato britannico figura anche un genere umano di norma più grasso: "a causa dell'ambiente freddo, con regolari immersioni, manterremmo uno strato di grasso tipico dell'età infantile, come isolante".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cambiamenti climatici, è allarme per gli esseri umani: "Diventeranno palmipedi"

Today è in caricamento