rotate-mobile
Sabato, 10 Dicembre 2022
life

Non solo in Alaska, anche in Louisiana è in corso una migrazione climatica

Il riscaldamento globale ha alzato il livello del mare e la piccola isola di Jean Charles è quai completamente sommersa

Non solo l'intero villaggio di Shismaref in Alaska, anche in Louisiana c'è la prima comunità costretta a traslocare altrove a causa dei cambiamenti climatici. Gli abitanti di Jean Charles, circa 50 miglia a Sud di New Orleans, dovranno abbandonare la piccola isola perchè l’innalzamento del livello del mare, causato dal riscaldamento globale, ha sommerso quasi completamente l'area. La situazione è da tempo già così critica che gli Stati Uniti hanno anche stanziato 48 milioni di dollari per coloro che decideranno di andare altrove e costruire nuove abitazioni. La migrazione è già iniziata e la tribù dei Biloxi-Chitimacha-Choctaw che lì viveva si è ormai disintegrata. La scomparsa dell'isola è prevista entro 50 anni.

I primi profughi climatici ci sono già anche se ancora lo status di rifugiato climatico non è riconosciuto dal diritto. Da una decina di anni però vari organismi scientifici e dell’Onu stanno cercando di accendere i riflettori sull'argomento: entro il 2050, infatti, i cambiamenti climatici costringeranno circa 250 milioni di esseri umani a lasciare le loro case. Anche il presidente Barack Obama e il segretario di Stato John Kerry, in visita in Alaska un anno fa, hanno lanciato l'allarme migrazioni: "Fare di più per ridurre le emissioni di gas serra", altrimenti le ondate di rifugiati saranno incontrollabili e interesseranno il mondo intero" e potrebbero scoppiare anche delle guerre.


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non solo in Alaska, anche in Louisiana è in corso una migrazione climatica

Today è in caricamento