Lunedì, 14 Giugno 2021
life Ancona

Nasce nelle Marche la prima Oasi della Biodiversità dentro una discarica

Inaugurata il 20 giugno a Moie di Maiolati Spontini, nell'Anconetano, si propone di riqualificare il territorio con l'aiuto di piante autoctone e api

È stata inaugurata sabato a Moie di Maiolati Spontini l'Oasi della biodiversità presso la discarica "La Cornacchia". Si tratta di uno dei più interessanti progetti nazionali di riqualificazione del territorio e di recupero della biodiversità locale all'interno di un impianto per lo smaltimento dei rifiuti. Per migliorare la qualità ambientale dell'area, sono state realizzate una copertura vegetale di 13.956 piante autoctone e una stazione di biomonitoraggio composta da due arnie per api.

È stato, quindi, creato un centro di salvaguardia della biodiversità all'interno della discarica e sono state messe a dimora specie erbacee e arbustive di notevole interesse mellifero e paesaggistico per innalzare la qualità ambientale e creare un vero e proprio giardino didattico. L'utilizzo delle api rappresenta un ottimo strumento per segnalare lo stress ambientale da inquinamento chimico, dovuto in larga parte a prodotti fitosanitari, metalli pesanti e radionuclidi. Ogni settimana vengono conteggiate le api morte che, al superamento della soglia critica pari a 200 esemplari, vengono sottoposte ad analisi cliniche per rilevare eventuali prodotti fitosanitari. Nel corso delle analisi non è stata finora rilevata alcuna presenza di inquinamento da fitofarmaci, né è mai stata superata la soglia critica di 200 api morte a settimana. (da Ancona Today).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasce nelle Marche la prima Oasi della Biodiversità dentro una discarica

Today è in caricamento