Sabato, 8 Maggio 2021
Milano

Stop alla plastica nelle mense scolastiche, da settembre solo stoviglie biodegradabili

Succede a Milano, prima città in Italia a fare una scelta del genere. Ogni anno saranno risparmiati all’ambiente 720 mila chili di rifiuti in materiale non biodegradabile

Milano è la prima città d’Italia a vantare un servizio di refezione scolastica ecologicamente responsabile al 100%. Il capoluogo lombardo, infatti, ha messo al bando  la plastica dalle mense di istituti d’infanzia, scuole primarie e secondare. Da questo settembre i piatti e i bicchieri usati per servire i pasti agli alunni saranno tutti in materiale biodegradabile e compostabile.

“Sono bastati meno di due anni e il risultato, sulle tavole dei bambini, è stato conseguito – dichiara Gabriella Iacono, amministratore unico di Milano Ristorazione, la società che gestisce il servizio - con il prossimo autunno si completerà l’azzeramento delle stoviglie in plastica ancora presenti nei refettori”.

"Una scuola ecologicamente responsabile nei propri comportamenti non può che formare alunni consapevoli e rispettosi nei confronti dell’ambiente”, commenta la vicesindaco e assessore all’Educazione, Anna Scavuzzo.

L’introduzione di piatti biodegradabili e compostabili ha avuto inizio nel gennaio 2015, con la sostituzione graduale di tutti i piatti delle scuole primarie e secondarie. Mancavano all’appello le scuole dell’infanzia, nonché bicchieri e coppette per tutta l’utenza. Ora, cogliendo l’occasione del nuovo appalto per il servizio di somministrazione dei pasti, si è pensato di introdurre, tra gli elementi di novità, la fornitura dell’intero set di stoviglie, privilegiando, con punteggi più alti, chi proponesse materiali sostenibili.

Questa azione virtuosa determinerà un’ulteriore e definitiva drastica diminuzione del consumo di plastica nelle mense scolastiche milanesi: più di 12,3 milioni di bicchieri, 8,5 milioni di piatti e 5 milioni di coppette, il tutto per più di 200 mila kg di plastica.

Dall’inizio del settembre 2012, quando i contenitori in acciaio per il trasporto dei pasti hanno sostituito quelli in polipropilene, l’ambiente ha beneficiato della sottrazione di 520 mila kg, ai quali si aggiungeranno i 200 mila del prossimo autunno, per un totale di 720 mila kg annui di plastica risparmiati. A questo importante passo avanti nella sostenibilità, si aggiunge un consistente utilizzo di detergenti green.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop alla plastica nelle mense scolastiche, da settembre solo stoviglie biodegradabili

Today è in caricamento