Mercoledì, 20 Gennaio 2021

Ducati Energia punta sui giovani designer per progettare i veicoli elettrici del futuro

Sono tre veicoli progettati dagli studenti del Politecnico di Milano e potrebbero diventare i mezzi sostenibili di domani. Sono stati scelti e premiati da Ducati Energia durante l’evento “Energia, Design e Creatività”

Veicoli elettrici capaci di rispettare l’ambiente senza rinunciare ad essere innovativi sul piano estetico e funzionale. E’ stata questa la sfida raccolta da Ducati Energia e da una cinquantina di studenti del corso di Design & Engineering del Politecnico di Milano, diretto dai professori Francesco Trabucco e Matteo Ingaramo insieme a professori di Ingegneria industriale e dei materiali.

Tre di questi progetti sono stati premiati, durante l’evento “Energia, Design e Creatività”, organizzato dalla Fondazione Politecnico di Milano, alla presenza di Guidalberto Guidi, Presidente della Ducati Energia, Roberto Maroni Presidente della Regione Lombardia e Giampio Bracchi Presidente di Fondazione Politecnico di Milano.

I progetti vincitori hanno ricevuto un riconoscimento che ha premiato la loro originalità, ma anche la loro fattibilità industriale ed economica. Eccoli:

progetto Halfa  di Filippo Testa, Riccardo Valli, Ghasemi Mahdi e Matteo Francesco Agati. Un quadriciclo elettrico progettato per essere utilizzato da disabili in sedia a rotelle. Dotato di rampa di salita e discesa posteriore rende autonomo il disabile durante tutti gli spostamenti. Lo spazio interno ampio e ben suddiviso facilita l'utente ad affrontare le attività quotidiane come: spesa, spostamenti lavorativi e nel tempo libero;

progetto Tender di Sacha Gelosa, Davide Zadra, Filippo Palumbo. Il progetto è stato pensato per l'uso negli ambienti interni come fiere e aeroporti, adatto a percorsi brevi, veloci e che necessitano la mobilità di più persone. L'intera architettura di prodotto è stata ripensata per adattarsi alle necessità in-door, sia da un punto di vista figurativo che tecnico, il veicolo infatti è stato snaturato partendo dalle nuove esigenze di trasporto che hanno inciso sulle dimensioni, sulla struttura del telaio, sulla postura dell'autista (in piedi per migliorare la visibilità dello stesso) ma anche sulle sospensioni, sulla velocità e sulla segnalettica del mezzo;

progetto Fly di Federico Bressan, Daniele De Angelis, Matteo De Paoli. Si tratta di un quadriciclo elettrico ad uso privato, piccolo e versatile è stato rivisitato nella parte posteriore per abbracciare un utenza giovane e dinamica. Questo progetto riassume l'intento didattico di fornire agli studenti strumenti di varie discipline, il prodotto infatti si presenta innovativo sotto l'uso dei materiali (come la tela usata per la parte posteriore del veicolo)  e della modalità d'uso. Ispirandosi alle tende del campeggio i ragazzi hanno dato una nuova forma al bagagliaio diventato così leggero, versatile e togliendo complessità meccaniche sfruttando al meglio le potenzialità materiche.

Halfa-2-5                                                    Fly-7

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ducati Energia punta sui giovani designer per progettare i veicoli elettrici del futuro

Today è in caricamento