Lunedì, 18 Ottobre 2021
Green

Oscar verdi 2014: ecco i vincitori de "Il Monito del Giardino"

Vito Pignatelli, Chiara Tonelli, Paolo Nannipieri, Enrico Bonari e Filippo Palombini hanno contribuito a rendere più sostenibile ed efficiente l'Italia. Premiata anche la Danimarca per le ambiziose politiche messe in campo per ridurre del 33% l’utilizzo dei combustibili fossili

Cinque ricercatori e imprenditori italiani che hanno contribuito alla sostenibilità e all’efficienza dell'Italia, più un Paese europeo dove già oggi una lampadina su 4 si accende con la sola energia del vento e che da qui alla fine del decennio funzionerà per metà con le rinnovabili. Sono loro i vincitori del premio ‘Il Monito del Giardino’, il riconoscimento ambientale noto anche con il nome di Oscar verdi. Conosciamoli meglio.

Vito Pignatelli, dell’ENEA, chimico, ha selezionato le colture utili per bonificare i campi inquinati come quelli della Terra dei Fuochi e allo stesso tempo per produrre biogas: a lui andranno 15 mila euro che verranno dedicati a progetti di educazione ambientale.

Chiara Tonelli, docente di Architettura a Roma Tre e personaggio della divulgazione tv, viene premiata per il progetto Rhome, un prototipo di abitazione sostenibile dal punto di vista ambientale, energetica e sociale che verrà presentato alle Olimpiadi mondiali della bioarchitettura che si terrà a luglio a Versailles, unico progetto italiano a partecipare.

Enrico Bonari, coordinatore per la Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa del laboratorio Land Lab, guida le attività agricole verso un percorso di buone pratiche del riutilizzo di territori abbandonati per lo sviluppo di energie rinnovabili.

Paolo Nannipieri, direttore del Dipartimento di Scienze Produzioni Agroalimentari e dell'Ambiente dell'Università di Firenze, assieme al suo staff ha messo a punto un modello di studio del ciclo di vita della filiera del legno dell'Alto Mugello, salvando dal fallimento alcune piccole aziende agricole della zona, grazie all'utilizzo delle biomasse legnose per l'auto-produzione di energia e calore.

La storica azienda viterbese Palombini svolge le tradizionali attività agricole e di allevamento ad impatto quasi zero, grazie al riutilizzo di tutti gli scarti agricoli e forestali del territorio: stalle che non producono inquinanti per una zootecnia amica dell’ambiente e del benessere animale.

Infine, il ‘Monito del Giardino’ edizione 2014 ha scelto di premiare un intero Paese, la Danimarca, che ha messo in campo ambiziose politiche per ridurre del 33% l’utilizzo dei combustibili fossili, a cominciare dal divieto totale di installazione, dal primo gennaio 2013, di caldaie domestiche e industriali a metano o a gasolio.

L’edizione di quest’anno è stata caratterizzata anche dalla firma di appello rivolto al Governo Renzi per chiedere "un'azione coraggiosa che, attraverso lo sviluppo delle rinnovabili, dell'efficienza energetica e della chimica verde, ci avvicini al traguardo dell'80 per cento di taglio delle emissioni necessario per il 2050".

Tra i firmatari dell’appello il politologo Giovanni Sartori, l’illustratore Sergio Staino, il meteorologo Luca Mercalli, il pianista Alexander Lonquich, l’ex ministro dell’Ambiente e ora commissario all’Ilva Edo Ronchi, il presidente di Last Minute Market Andrea Segré, il giurista Unesco Francesco Margiotta Broglio, il regista Giuliano Montaldo e molti altri.

Dal 2008, Il Monito del Giardino ha premiato alcuni tra i più illustri ecologi e scienziati internazionali: Jane Goodall, celebre primatologa e una delle più importanti figure scientifiche nell’ambito dell’etologia e della difesa e tutela della natura; Jacqueline McGlade, responsabile dell’Agenzia Europea per l’Ambiente e sostenitrice del monitoraggio in tempo reale dei mutamenti climatici; Pasquale Steduto, vicepresidente della divisione Terra e Acqua della FAO, che da anni lavora per combattere la scarsità d’acqua e ridurre l’inquinamento ambientale nei paesi del Terzo Mondo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oscar verdi 2014: ecco i vincitori de "Il Monito del Giardino"

Today è in caricamento