Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cultural innovation

L'arte "femminista" di Artemisia Gentileschi dalla National Gallery di Londra a Google Arts & Culture

Grazie alla collaborazione con la National Gallery, che ospita la più grande retrospettiva su Artemisia Gentileschi nel Regno Unito, è fruibile da oggi una sezione dedicata alla grande pittrice del 17esimo secolo, tra foto ad alta risoluzione e video di ArtZoom

"The ceiling of the Blenheim Saloon of Marlborough House", Pall Mall, London painted by Orazio and Artemisia Gentileschi © Royal Collections Trust

Le ombre non hanno offuscato la prospettiva femminile dei suoi dipinti, che hanno fatto di lei una grande artista del 17esimo secolo. Prima donna a diventare membro dell'Accademia di Arte del Disegno di Firenze, Artemisia Gentileschi è adesso raccontata on line su Google Arts & Culture, attraverso la grande retrospettiva ospitata alla National Gallery di Londra, che riunisce 14 delle sue opere, inclusa l’ultima acquisizione della National Gallery “Autoritratto come Santa Caterina d’Alessandria” e la recente riscoperta “Maria Maddalena in estasi”.

Impavida, determinata, indipendente: quattro decenni attraverso cinque città, lavorando per alcuni dei più grandi mecenati internazionali d'arte del suo tempo. Artemisia Gentileschi è una figura forte da un percorso di vita tumultuoso, che ha senz'altro orientato la sua arte di influenza caravaggesca che in molti hanno definito "femminista". Iniziata all'arte pittorica dal padre Orazio, lo aiuta a realizzare la volta affrescata di "Marlborough House" a Londra, oggi riprodotta sulla piattaforma in ultra-alta risoluzione: "Un'allegoria della Pace e dell’Arte” è frutto di un lavoro convgiunto dei due e non è solitamente accessibile al pubblico.

Un'articolata collezione realizzata grazie alla collaborazione di 11 musei partner in sei diversi Paesi, sezioni dedicate alla sua biografia tra Roma, Firenze, Napoli e Londra, e una una raccolta di video, narrati dalla cantautrice britannica FKA twig, ispirati a "Maria Maddalena in estasi", "Santa Caterina di Alessandria" e "Giuditta che decapita Oloferne".


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'arte "femminista" di Artemisia Gentileschi dalla National Gallery di Londra a Google Arts & Culture

Today è in caricamento