Lunedì, 10 Maggio 2021
Social network

Effetti sonori, stanze vocali e podcast: Facebook annuncia tutte le novità legate al social audio

Il Ceo Mark Zuckerberg, che si è detto interessato da anni alle innovazioni connesse all'audio, ha messo a punto la risposta di Facebook al successo di Clubhouse, con una serie di strumenti innovativi legati alla comunicazione vocale

La risposta di Facebook al successo di Clubhouse non è tardata ad arrivare: sebbene i download per il social network della voce sarebbero andati giù di quasi il 70%, passando da oltre 9 milioni a febbraio a meno di tre milioni a marzo, il Ceo e founder di Fb Mark Zuckerberg si è detto interessato da anni alle innovazioni connesse all'audio ed ecco così schierate una serie di novità imminenti per i propri iscritti (circa 3 miliardi in tutto il mondo).

"Lo storytelling aiuta le persone a costruire legami significativi - ha scritto in un blogpost dedicato Fidji Simo, capa delle app di Menlo Park - tutti abbiamo storie da condividere con i nostri amici, le nostre comunità e il mondo in generale. La parola, il suono e il linguaggio sono gli elementi costitutivi del modo in cui ci connettiamo tra loro. Ecco perché una buona esperienza audio può sembrare immersiva e intima allo stesso tempo".

"In Facebook - continua - abbiamo assistito alla continua crescita dell'audio sulle nostre piattaforme, dalle chiamate audio ai messaggi su WhatsApp e Messenger. Stiamo lavorando per rendere i messaggi audio più facili da registrare e più divertenti, inclusa la possibilità per le persone di inviare clip audio ai loro amici che vanno da effetti sonori come il cinguettio dei grilli alle citazioni di canzoni popolari. Il nostro obiettivo è rsemplificare gli effetti legati all'audio, che si riferisca a una conversazione approfondita o a pensieri di passaggio, da riportare alla velocità del suono".

Facebook proporrà dunque a ciascun utente degli strumenti solitamente adoperati dai professionisti della voce, dalla sintesi al morphing vocale, grazie all'intelligenza artificiale migliorerà la qualità audio degli scambi, permetterà l'accesso alla propria libreria di suoni e offrirà la possibilità di mixare tracce audio con effetti vocali e filtri. Questi strumenti di creazione audio permetteranno di creare i Soundbites, clip audio brevi e creativi da registrare con lo smartphone e pubblicare nella timeline, che già nei prossimi mesi saranno testati con un piccolo numero di creator così poi da essere perfezionati prima di renderli disponibile a tutti. 

Soundbites-2

Poi, le Live Audio Rooms  - le stanze vocali in diretta - saranno disponibili per tutti sull'app di Facebook entro l'estate. "Crediamo che l'audio sia un modo perfetto per le comunità di impegnarsi su argomenti a cui tengono", spiegano da Fb, anticipando di rendere le Audio Rooms disponibili agli 1,8 miliardi di persone che utilizzano Gruppi ogni mese e alle decine di milioni di comunità attive su Facebook. 

Live-Audio-Rooms-Rooms-2

Ma c'è dell'altro. Più di 170 milioni di persone sono già connesse a centinaia di migliaia di pagine di podcast su Facebook e più di 35 milioni di persone sono membri di gruppi dedicati ai podcast, ma fino ad ora era necessario lasciare l'app di Facebook per ascoltarli. Nei prossimi mesi, sarà possibile ascoltare i podcast direttamente sull'app di Facebook, sia mentre l'app è in uso che quando l'app è in background. Tramite algoritmi, inoltre, Fb aiuterà gli utenti a individuare nuovi podcast in base agli interessi personali e i creators di podcast saranno in grado di raggiungere e connettersi con nuovi ascoltatori, tutto direttamente dall'app di Facebook.

Podcasts-Listening-2

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Effetti sonori, stanze vocali e podcast: Facebook annuncia tutte le novità legate al social audio

Today è in caricamento