Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cultural innovation

Immagini libere da diritti, lo Smithsonian le rende disponibili on line

La Smithsonian Institution, il più grande complesso di musei al mondo, apre agli utenti la possibilità di accedere gratuitamente a 2,8 milioni di immagini della sua collezione digitale

Download, remix, reuse and share, ovvero: scarica, assembla, riusa e condividi. Con questo claim la Smithsonian Institution, il più grande complesso di musei al mondo, apre agli utenti la possibilità di accedere gratuitamente a 2,8 milioni di immagini della sua collezione digitale e da quasi due secoli di dati, provenienti dai suoi 19 musei, 9 centri di ricerca, librerie, archivi e dallo Zoo Nazionale di Washington.

Già a settembre il museo aveva reso possibile scaricare i modelli 3D di molti dei lavori presenti nella sua collezione, al fine di utilizzarli o stamparli.  Oggi, su Smithsonian Open Access, oltre alle immagini gratis secondo la licenza di pubblico dominio Creative Commons, lo Smithsonian mette a disposizione anche i dati e le API perché programmatori e sviluppatori possano utilizzare le opere in totale libertà, dalla storia americana alle scansioni 3D di fossili di dinosauro.

La rete museale dello Smithsonian, istituzione fondata a Washington nel 1846, esiste da 174 anni durante i quali ha accumulato più di 155 milioni di opere; il processo di digitalizzazione continua. Entro la fine dell’anno è previsto il rilascio di altre 200 mila opere.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Immagini libere da diritti, lo Smithsonian le rende disponibili on line

Today è in caricamento