Domenica, 9 Maggio 2021
FARMACIA DIGITALE

Non solo delivery dei farmaci: da "Pharmap" nasce "Digital Pharmacy", una piattaforma per il farmacista digitale

"Pharmap", il maggior player italiano per la consegna a domicilio dei farmaci, ha ideato il servizio “Digital Pharmacy”, con l’obiettivo di fornire una soluzione concreta al bisogno della farmacia di prossimità di essere presente online

Nel quadro della crescita esponenziale dell’home delivery si colloca un servizio interamente dedicato alla farmacia, presidio fisico essenziale che ha ampliato la sua vetrina ai canali digitali. Si chiama "Pharmap" ed è il maggior player italiano per la consegna a domicilio dei farmaci: nel 2020 la startup è passata dalla gestione di circa 500 a circa 4 mila consegne al giorno, generando un aumento di almeno dieci volte in termini di volume e fatturato.

Se il 2021 si profila per l’azienda palermitana l’anno dell’internazionalizzazione, con l’intento di esportare il servizio su scala europea, dall’esigenza condivisa da parte dei farmacisti nasce “Digital Pharmacy”, “con l’obiettivo di fornire una soluzione concreta al bisogno della farmacia di prossimità di essere presente online, sfruttando l’enorme potenzialità offerta oggi da Facebook”, come dichiara Giuseppe Mineo, CEO di 4K, la società che ha lanciato nel 2016 "Pharmap", creata con il managing director Giulio Lo Nardo.

Giuseppe Mineo e Giulio Lo Nardo-3
Giuseppe Mineo e Giulio Lo Nardo

Da una survey condotta a fine 2020 da Pharmap alle farmacie, il 48,2% ha dichiarato di avere messo online un sito dedicato e ben l’85,8% di avere aperto una pagina Facebook, tramite cui effettuare le comunicazioni più svariate, dagli orari di apertura all'elenco dei servizi forniti. Tuttavia, Il 70% delle farmacie non è soddisfatta dei risultati che sta raggiungendo: “Digital Pharmacy”, che andrà sul mercato da giugno, è una piattaforma pensata per tutte le farmacie che vogliono implementare la loro presenza digitale in modo del tutto autonomo, con il supporto di un consulente specializzato.  

Digital pharmacy-2

“Digital Pharmacy” - spiega Giuseppe Mineo - è un progetto che unisce la nostra anima di service provider a quella di consulenti per la farmacia, dato che l’obiettivo è quello di istruire il farmacista guidandolo in un vero e proprio percorso formativo che lo trasformerà in un farmacista digitale. il mondo della farmacia italiana ha vissuto finora di attività marketing dentro lo store, a seguito del Covid e delle misure di contingentamento le case farmaceutiche hanno intuito che questo sistema di comunicazione possa essere sostituito da un sistema di comunicazione social, in cui i costi di allestimento sono bassi e le interazioni molto più alte”.

Ne è stata fatta di strada dagli esordi della startup. Nel 2016, Giuseppe Mineo lascia la società di consulenza milanese per cui lavorava al fine di abbracciare il progetto a cui ha dato vita con Giulio, partendo con un pilota su dieci farmacie milanesi. “La svolta arriva nel 2017 - ricorda Giuseppe Mineo - quando vinciamo il premio come migliore startup d’Italia nell'ambito di "South for Tomorrow", premiati da Axa e Montepaschi di Siena e veniamo poi selezionati per partecipare allo startup village di "Cosmofarma", la più importante fiera farmaceutica italiana. Anche lì vinciamo il premio come migliore startup”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da lì si apre l’orizzonte commerciale in giro per l’Italia, fino al boom del 2020, che a seguito della pandemia, porta a chiudere il bilancio con un volume di affari complessivo di 8 milioni di euro. I founders di Pharmap hanno scelto di dar vita al quartier generale della loro realtà nella città natale: “tutte le aziende con cui lavoriamo apprezzano il fatto che abbiamo scelto di investire nel nostro territorio. Grazie alla partnership con Poste Italiane saremo presenti entro il 2023 in più di 2 mila Comuni d’Italia", specifica Mineo.

Pharmap_-2

Oggi il team è composto da circa 60 persone, distribuite su due sedi: il quartier generale di Palermo e Milano, più tutta la rete vendita. “I nostri venditori lavorano in tutta Italia distribuiti per zone; un nostro agente vive a Londra e viene in Italia per tessere i contatti diretti con le farmacie. Lo smart working per noi non è certo una novità”.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non solo delivery dei farmaci: da "Pharmap" nasce "Digital Pharmacy", una piattaforma per il farmacista digitale

Today è in caricamento