Venerdì, 5 Marzo 2021

I droni di "Leonardo" prendono quota: primi esperimenti in Italia per il trasporto di merci pesanti

Con l’obiettivo di accelerare l’introduzione di questi velivoli nei cieli e di contribuire, partendo dall’Italia, allo sviluppo di servizi innovativi a supporto del cittadino, Leonardo, in collaborazione con Comune di Torino e con D-Flight, ha avviato una serie di prove, autorizzate da ENAC, per il trasporto con un drone a propulsione elettrica dal peso di 130 kg di un carico di 25 kg

Un'elevata capacità di carico, con costi ragionevoli e un ridotto inquinamento grazie alla propulsione elettrica: va in questa direzione la sperimentazione con i droni per conto di Leonardo, tra le prime dieci società al mondo nell’aerospazio, difesa e sicurezza, nel campo della “Advanced Air Mobility”, con l’obiettivo di accelerare l’introduzione di questi velivoli nei cieli e di contribuire, partendo dall’Italia, allo sviluppo di servizi innovativi a supporto del cittadino. In particolare, l’azienda, in collaborazione con Comune di Torino e con D-Flight, ha avviato una serie di prove, autorizzate da ENAC, per il trasporto con un drone a propulsione elettrica dal peso di 130 kg di un carico di 25 kg.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il progetto, denominato “Sumeri: Si Salpa!”, si è svolto a Torino ed è il primo in Italia e tra i primi al mondo a veder volare in un contesto urbano un sistema a pilotaggio remoto con queste caratteristiche. Rappresenta un significativo passo avanti verso un nuovo modello di trasporto logistico aereo e si inserisce in una serie di sperimentazioni che consentiranno, in prospettiva, di trasportare centinaia di chili su tratte fino a 50 km con modalità di controllo del velivolo oltre la linea di vista del pilota.

“Si tratta di un’iniziativa - commenta Laurent Sissmann, SVP Unmanned Systems di Leonardo - che esprime la visione di Leonardo per rendere le città più funzionali, sostenibili ed ecologiche attraverso nuove tecnologie in ambito unmanned e logistica, da impiegare anche in situazioni di emergenza come quelle degli ultimi mesi. Intelligenza artificiale e automazione sono, insieme alle nostre capacità sistemiche e competenze aeronautiche, i principali strumenti che Leonardo mette a disposizione per abilitare, in totale sicurezza, nuove ed efficaci tipologie di operazioni aeree”.

“L’esperienza del progetto Sumeri - dichiara Alessio Quaranta, Direttore Generale di ENAC - ha permesso all’ENAC di implementare le metodologie innovative di analisi del rischio previste dalla regolamentazione per le operazioni dei droni, al caso specifico del trasporto logistico di beni in ambito urbano che costituisce una delle tipologie cruciali di servizi per lo sviluppo della mobilità aerea urbana e avanzata in Italia”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I droni di "Leonardo" prendono quota: primi esperimenti in Italia per il trasporto di merci pesanti

Today è in caricamento