Domenica, 28 Febbraio 2021

Food delivery: si prediligono menu healthy, vegani, biologici e sostenibili. Legumi e verdure tra i top trend del 2021

A rivelarlo è l'Osservatorio di Just Eat, che senz'altro da un punto di vista privilegiato può delineare le tendenze in fatto di gusti. Utenti/clienti affamati ma con ratio, dal divano di casa o dalla scrivania dell'ufficio stavolta prediligono ingredienti ricercati, piatti vegani e cibi biologici

Dopo le abbuffate del lockdown dello scorso marzo tra pizze e dolci, il trend del food delivery del 2021 si preannuncia molto più healthy: ne rivela un chiaro spaccato l'Osservatorio di Just Eat, che senz'altro da un punto di vista privilegiato può delineare le tendenze in fatto di gusti. Utenti/clienti affamati ma con ratio, dal divano di casa o dalla scrivania dell'ufficio stavolta prediligono legumi e verdure, tra menu ricercati, piatti vegani e cibi biologici.

In cima alla lista dei piatti più ordinati si registrano insalate da comporre con ingredienti a scelta, poké bowl con salmone e piatti di pesce, Veg Burger, in particolar modo di ceci, riso o insalata con pollo, piatti a base di edamame, hummus e centrifughe. Svettano quindi legumi e verdura, così che Just Eat registra una crescita della cucina healthy del +72% e ancora il vegetariano con +127%, il vegano con +90%, il poké con +76%, le insalate con +63%, il biologico con +20% e il senza glutine con +7%.

Si denota inoltre la crescita nella richiesta di piatti e prodotti di stagione, spesso a chilometro zero e legati a specialità regionali e dei cosiddetti superfood, ingredienti provenienti da diverse parti del mondo ricchi di nutrienti e proprietà benefiche. Tra questi, si legge nel report ceci, lenticchie e legumi, usati soprattutto per la realizzazione di hamburger e hummus, oltre che di zuppe e insalate. Tra i piatti più ordinati spiccano falafel, pakora, farinata, hummus e chana masala, mentre tra quelli più in crescita daal, zuppa indiana di lenticchie, hamburger di lenticchie, hamburger vegetariano, insalate e zuppe, ma anche burrito, i nuovi e già famosi dorayaki e il taco vegetariano.

Lifestyle_Tacos_JustEat-2

E ancora: Quinoa, cereali e grani antichi, da utilizzare per la realizzazione di hamburger, poké, uramaki, polpette, tacos e insalate. Spinaci, avocado e zenzero, quest’ultimo utilizzato soprattutto in centrifugati ed estratti, oltre al poké, ma anche hamburger, zuppe e polpette o nelle marinature di carne e pesce. L’avocado nel mondo della frutta occupa la pole position di quello più usato nei piatti a domicilio, per insalate, bowl, toast e hamburger, ma emergono anche wrap, focacce e insalate. Frutti rossi e mirtilli, grazie alle loro proprietà antiossidanti si stanno facendo largo tra piatti e insalate con l’aggiunta di mirtilli e frutti rossi, ma anche in accompagnamento a tartare e burger. Li troviamo anche in abbinamento al pesce, tonno e salmone, pesce spada, in coppia anche con l’avocado, con capacci e con piatti di sushi. Semi di chia e canapa, da sempre utilizzati per arricchire specialità come poké e bagel, seguiti dalle insalate con pesce, frutta e frutta secca, ma anche con tacchino e burger.

La cucina healthy spopola soprattutto a Roma, seguita da Trieste, Milano, Ferrara, Genova, Bari, Bologna, Torino, Brescia e Napoli. Just Eat rivela anche come i cibi healthy siano preferiti rispetto agli uomini con 63% vs 36%. In particolare, la tendenza a scegliere cibi salutari, ricchi di nutrienti, ma al tempo stesso gustosi, si fa sentire nel momento del pranzo per la fascia 25-34 anni (40%) seguiti dai 35-44 (30%), mentre è decisamente meno forte tra i giovanissimi 18-24 anni (12%). 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Food delivery: si prediligono menu healthy, vegani, biologici e sostenibili. Legumi e verdure tra i top trend del 2021

Today è in caricamento