Martedì, 18 Maggio 2021

"L'innovazione è la benzina dell'economia circolare", secondo l'Ad di Enel Starace. Presentato lo studio con Ambrosetti

Nel corso della presentazione della ricerca "Circular Europe. Come gestire con successo la transizione da un mondo lineare a uno circolare", realizzata da "The European House - Ambrosetti" e Fondazione Enel in collaborazione con Enel e Enel X sono stati resi noti numerosi dati relativi alla diffusione dell'economia circolare in Europa, dove vale fino a 380 miliardi

"L'innovazione è la benzina dell'economia circolare": lo sostiene l'Ad di Enel, Francesco Starace, nel corso della presentazione della ricerca "Circular Europe. Come gestire con successo la transizione da un mondo lineare a uno circolare", realizzata da The European House - Ambrosetti e Fondazione Enel in collaborazione con Enel e Enel X, sabato 5 settembre a Villa D'Este a Cernobbio. "Puntare allo sviluppo di un'economia circolare - spiega - rappresenta una straordinaria opportunità per rendere l'Europa più competitiva, modernizzandone l'economia, rivitalizzando l'industria e creando al contempo occupazione attraverso una crescita sostenibile e duratura. L'economia circolare ha una incredibile valenza strategica che la crisi scaturita dalla pandemia ha reso ancora più evidente, e soprattuto è conveniente dal punto di vista economico". 

francesco-starace-2-4
Francesco Starace, Ad di Enel

"L'Italia, tuttavia - ha aggiunto - si sta muovendo molto lentamente sui temi dell'economia circolare e potrebbe essere superata da altri Paesi, per questo invito politici e regolatori a porre attenzione a questi temi". Dallo studio emerge come l'economia circolare possa avere concreti impatti positivi su Pil, occupazione, investimenti, produttività del lavoro e svariati benefici ambientali. 

L'Unione europea presenta risultati eterogenei in termini di transizione verso questo nuovo paradigma: Italia e Spagna dimostrano un livello di sviluppo medio-alto. Per misurare la performance nel corso del tempo, il Circular Economy Scoreboard è stato analizzato lungo un arco temporale di 5 anni. L’economia circolare è correlata a 300-380 miliardi di euro di Pil europeo, secondo i dati del 2018, e a 27-29 miliardi di euro solo in Italia, dove è legata a circa 200.000 posti di lavoro in Italia. Secondo lo studio, il 95% di un campione di aziende italiane considera l’economia circolare una scelta strategica per la propria realtà. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"L'innovazione è la benzina dell'economia circolare", secondo l'Ad di Enel Starace. Presentato lo studio con Ambrosetti

Today è in caricamento