Giovedì, 6 Maggio 2021

Visite interattive, personalizzate e in tempo reale, anche pilotando un drone: nasce il progetto "Icarus"

Con l'ausilio di guide a terra e di droni, che l'interfaccia interattiva della piattaforma consente di pilotare, il progetto "Icarus", ideato dai ragazzi di "Mensura Technologies", permette al visitatore di effettuare dei viaggi da remoto immersivi e in tempo reale. Il 25, 26 e 27 settembre è possibile "sperimentare" l'iniziativa gratuitamente registrandosi all'"Italy Remote Tour"

Nella riformulazione di abitudini ed esigenze, il mondo del turismo sta vivendo una fase di profonda trasformazione. Anche in questo caso, la tecnologia può fornire un supporto e senz'altro un'alternativa. Da questa consapevolezza è partito il progetto "Icarus", piattaforma di remote tourism, che permette di "viaggiare" da casa: non si tratta dei consueti tour virtuali, ma di un'esperienza immersiva che l'utente avvia attraverso un sistema di controllo da remoto così che possa interagire in tempo reale con l'ambiente circostante. 

"Mensura Technologies", startup di giovanissimi incubata al Polo Tecnologico Lucchese (nella foto in home), si è infatti concentrata sugli effetti della flessione del turismo e sull'economia di zona: “Icarus rappresenta una rivoluzione in ambito turistico - spiega Giacomo Agostini, founder e ideatore del progetto - perche? permette ai viaggiatori di interagire con eventi in ogni angolo del pianeta, senza muoversi da casa. La piattaforma prevede la possibilita? di registrarsi come viaggiatore o come organizzatore di esperienze, creando un evento di viaggio in cui inserire luogo e ora di partenza e disegnare l’area in cui potranno spostarsi i viaggiatori aggiungendo eventualmente punti di interesse da mettere in evidenza”.

Sono definite "esperienze di viaggio", dunque, e possono evolversi da terra - tour a piedi o in bicicletta, in musei o parchi - o persino in volo, attraverso i droni. Nel primo caso, l'organizzatore "confeziona" un'esperienza per il visitatore, trasmettendo attraverso lo smartphone una diretta video interattiva. In alternativa le aree indicate possono essere esplorate attraverso un drone, per esempio in ambito naturalistico, pilotando un drone da remoto, ovviamente all’interno dell’area di viaggio circoscritta dal content creator in loco.

Enti turistici, poli museali, parchi archeologici, singole guide turistiche ma anche travel blogger, possono dunque presentare la propria offerta adoperando gli strumenti della piattaforma, che permettono di effettuare visite personalizzate, senza filmati registrati o percorsi obbligati: il visitatore può raggiungere il punto di interesse e girarci intorno, osservarlo da vicino, scoprirlo nei dettagli.

Disponibile attraverso qualsiasi browser desktop, smartphone e tablet e presto anche attraverso il sistema Headset VR Oculus Quest, Go e Rift, Icarus può essere "sperimentato" in occasione del "Italy Remote Tour" il 25, 26 e 27 settembre, un'occasione gratuita per viaggiare attraverso gli eventi organizzati nell'ambito del progetto. Per partecipare è sufficiente effettuare la registrazione sul portale web e ogni minuto di evento streaming sara? sorteggiato un utente che potra? interagire con il drone o la guida a terra presente in loco.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Visite interattive, personalizzate e in tempo reale, anche pilotando un drone: nasce il progetto "Icarus"

Today è in caricamento