rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
News

Valeria Barbi racconta la biodiversità: “La biblioteca della vita sulla Terra”

Celebriamo la Giornata mondiale della biodiversità con l’autrice del libro “Che cosa è la biodiversità oggi” (Edizioni Ambiente) per riscoprire la meraviglia per il mondo naturale

Se non cambiasse mai nulla, non esisterebbero le farfalle. Lo diceva una vignetta di Snoopy, ed è la citazione d’apertura del libro Che cosa è la biodiversità oggi, pubblicato da Edizioni Ambiente all’interno della collana Che cosa è, pensata per avvicinare i lettori ad alcuni dei temi più importanti e sensibili dei nostri anni.

La biodiversità è mutevole e sorprendente. Come ci ricorda Snoopy, essa evolve, si adatta e ci meraviglia continuamente. In occasione della Giornata mondiale della biodiversità – che, come ogni anno, si colloca in una settimana strategica dedicata al Pianeta, fra la Giornata mondiale delle api e la Giornata mondiale dell’ambiente – celebriamo le peculiarità e le meraviglie del mondo naturale con l’autrice del libro, la politologa, naturalista e divulgatrice scientifica Valeria Barbi, esperta di diversità biologica e cambiamenti climatici.


Come definiresti la biodiversità a qualcuno che non ha familiarità con il termine o con i temi ambientali?

A me piace sempre dare prima di tutto una definizione scientifica. La biodiversità è la varietà e l'abbondanza delle specie che vivono su questo pianeta e può essere descritta su tre livelli: quello di specie, quello ecosistemico e quello genetico.

Come racconto nel primo capitolo del libro, per spiegare davvero cos'è la biodiversità mi piace descriverla attraverso esperienze di vita vissuta o offrendo una chiara immagine della splendida varietà biologica del pianeta e le interconnessioni tra specie ed ecosistemi. Per questo, nel libro introduco l’argomento raccontando il Delta dell'Okawango. Non è solo un luogo ricco di specie abbondanti, ma anche un luogo dove è evidente la connessione tra specie che rende funzionale l'ecosistema.

Come dico spesso, mi piace definire la biodiversità come la biblioteca della vita sulla Terra, perché racconta il nostro percorso, la nostra evoluzione e quella di tutte le specie sul pianeta, e le relazioni che intercorrono con gli ecosistemi. Queste informazioni ci indicano la strada da seguire per continuare a vivere in armonia su questo pianeta, perché dalla diversità dipende la nostra stessa esistenza. Siamo circondati dalla diversità, siamo noi stessi biodiversità e la conteniamo al nostro interno.

C'è un messaggio chiave che speri che i lettori colgano dal tuo libro?

La meraviglia. Una cosa che vorrei rimanesse a chi legge Che cosa è la biodiversità è proprio la meraviglia per il mondo naturale, che sopravvive e lotta ogni giorno per rimanere su questo pianeta. Spero che questo libro riesca ad aumentare la curiosità nei confronti della biodiversità e delle altre specie, dalle più carismatiche ai batteri, e che stimoli le persone a chiedersi se davvero vogliamo perdere la meraviglia che ancora caratterizza questo Pianeta.

Vorrei che fosse un invito a soffermarsi a guardare ogni specie, dalla più piccola alla più grande, osservandola nelle sue attività. Che sia un uccellino che si posa sul nostro davanzale o un merlo che, dal ramo di un albero, inizia a cantare per attirare una compagna e cercare di sovrastare il rumore della città. Ogni creatura può insegnarci tanto, mostrandoci comportamenti, talvolta molto simili ai nostri, che ci possono insegnare un linguaggio diverso. Dovremmo davvero imparare ad ascoltare ciò che hanno da dire.

Vorrei che questo libro desse un segnale di speranza ma anche la voglia di reagire. La biodiversità è in pericolo a causa delle nostre attività. Tra il 40% e il 50% delle specie oggi conosciute potrebbe essere estinta entro il 2050. Si tratta di un dato fondamentale: almeno un milione di specie è a rischio di estinzione. Report delle Nazioni Unite parlano di circa 270 specie estinte ogni giorno. Questi dati sono ancora più drammatici se pensiamo che non sappiamo esattamente quante specie ci siano su questo pianeta. Quindi, in realtà, ogni giorno potrebbero esserci molte più estinzioni legate a specie che non abbiamo ancora scoperto.

Questo però non deve essere un motivo per spaventarsi o per pensare che non c'è più niente da fare, perché c'è moltissimo da fare. La conservazione funziona benissimo. Il rewilding funziona. Se lasciamo alla natura il tempo e lo spazio, queste operazioni di tutela hanno un potere rigenerativo enorme. Il mio è un invito a essere attivi in questo senso, a promuovere la coesistenza fra specie, a informarsi e a studiare. Dobbiamo cercare di fare qualcosa, sia attraverso le nostre abitudini quotidiane, sia facendo pressione affinché la biodiversità venga protetta.

Quali sono state le influenze o le figure chiave nella tua vita che ti hanno ispirato a dedicarti alla protezione della biodiversità?

I libri che ho letto da bambina sono stati determinanti. Cito sempre Il richiamo della foresta di Jack London, che per me è un inno alla libertà e al coraggio, ed è ancora più potente perché il messaggio arriva non da un essere umano, ma da un cane. Questo personaggio è tuttora, per me,  un vero e proprio eroe ed esempio di forza. Così come Creature grandi e piccole di James Herriot, L'anello di re Salomone di Konrad Lorenz, o Il barone rampante di Italo Calvino, che a leggerlo con attenzione parla anche del rapporto con la natura.

Sicuramente, sono stati fondamentali i cani con cui ho vissuto e con cui sono cresciuta. Sono stati un eccezionale laboratorio di coesistenza, compagni di viaggio che mi hanno fatto capire come ascoltare il linguaggio delle altre specie. Un'altra figura chiave è stata mio nonno, che amo chiamare naturalista, anche se in realtà non lo era di professione. Mi ha insegnato molte cose riguardo alla natura, al rispetto che le dobbiamo, e soprattutto mi ha insegnato la curiosità verso la natura e le altre specie, aiutandomi a capire che non c'è alcuna specie di cui aver paura, solo altri organismi da studiare e comprendere.

Da adulta, lo spartiacque è stato l’Africa. La mia prima spedizione lì mi ha dato ancora più consapevolezza di quanto della mia vita volessi dedicare allo studio e alla divulgazione della biodiversità e della sua importanza.

Che cosa è la biodiversità
Valeria Barbi
Edizioni Ambiente
ISBN: 9788866273547
Pag. 264 - 18,00 €

Cover_Che cosa è la biodiversità

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valeria Barbi racconta la biodiversità: “La biblioteca della vita sulla Terra”

Today è in caricamento