rotate-mobile
Giovedì, 22 Febbraio 2024
Libri

‘Paura della scienza. L'ètà della sfiducia dal creazionismo all'intelligenza artificiale’, di Enrico Pedemonte

L’autore indaga sul perchè, in una società sempre più dipendente dai risultati della ricerca, la fiducia nei confronti della scienza sembra venire meno

Enrico Pedemonte è risalito alle origini della sfiducia nella scienza dilagante ai nostri giorni. La prima parte del viaggio lo porta a indagare le ragioni che hanno spinto gli evangelici americani a costruire una scienza alternativa al darwinismo; l’industria (dal tabacco al petrolio) a fare investimenti per contestare il consenso scientifico; gli ambientalisti a screditare il biotech: la tesi di fondo è che la sfiducia nella scienza sia solo una delle forme con cui i cittadini si oppongono al Potere. Nella seconda parte emerge il ruolo centrale che l’intelligenza artificiale sta assumendo nella rivoluzione tecnologica in corso.

Paura della scienza. L'ètà della sfiducia dal creazionismo all'intelligenza artificiale
Enrico Pedemonte
Treccani
ISBN 9788812009343
Pag. 281 – 21,00 €

Pedemonte - Treccani

In Evidenza

Potrebbe interessarti

‘Paura della scienza. L'ètà della sfiducia dal creazionismo all'intelligenza artificiale’, di Enrico Pedemonte

Today è in caricamento