Martedì, 20 Aprile 2021

Galbi, il primo ristorante barbecue coreano arriva a Roma

Una storia millenaria, fusione di culture e poi marinature, fermentazioni, braci in tavola. Il barbecue coreano ha di che stupire. E arriva anche in Italia

I coreani sono maestri nella cucina alla brace, alimentata rigorosamente con legno di quercia. Pensate che sono talmente invaghiti del bbq, che il manzo ha più di un centinaio di tagli di carne, quando americani e argentini ne hanno una trentina abbondante. E non è difficile capire perché qui spopoli il bbq.

Con “galbi”, per antonomasia, s’intende il bbq coreano in generale. Tanto che a Roma in via Cremera, nei pressi di Piazza Fiume, i due soci Stefano Chung e Deuk Uoo Ferretti Min hanno deciso di aprire un Korean Bbq restaurant che si chiama appunto Galbi, la cui specialità è la marinatura delle costine.

Da Galbi, dopo la sgrassatura, la carne viene lasciata per molte ore immersa in succo di kiwi, nashi (la pera-mela), funghi e salsa di soia. A questo punto è pronta per essere servita, ancora cruda, in tavola, insieme ai bracieri roventi. Particolarità davvero divertente del bbq coreano è proprio il fatto che accanto al tavolo vengano servite delle griglie con carboni ardenti dove cucinare a proprio piacere la carne, marinata e lavorata alla coreana.

CONTINUA A LEGGERE SU BRACIAMIANCORA.COM

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Galbi, il primo ristorante barbecue coreano arriva a Roma

Today è in caricamento