Martedì, 27 Luglio 2021
Mangia e Posta

Sa cordula sarda, come preparare una prelibatezza di carne

Chiamata anche treccia, questa specialità a base di interiora d’agnello, deve il suo nome alla forma che assume con l’intreccio degli intestini

Imperativo: arrivare preparati davanti alle decine di variazioni linguistiche che caratterizzano questo piatto – cordula, codra, colda, cordedda – e chi più ne ha più ne metta. Eppure, a tanti modi dire, non corrispondono altrettante usanze in cucina. Nessuno dentro i confini dell’Isola potrebbe mai mettere in discussione ingredienti e preparazione di questa specialità: la tradizione va rispettata.

E così intestino tenue e crasso, pancia e una rete chiamata in sardo sa nappa sono, assieme a un paio di mani esperte, tutto ciò che serve per dar vita a questa prelibatezza. Ogni treccia preparata è un viaggio nella storia e cultura del popolo dei sardi che continua a mantenere vive abitudini alimentari tramandate da generazioni.

Chi desidera cimentarsi nella preparazione di questa specialità culinaria dovrà solo eseguire alcuni semplici passaggi. È fondamentale lavare a lungo e accuratamente le interiora per poi lasciarle macerare alcune ore in acqua e limone. Per ottenere una cordula uniforme e compatta è importante tagliare la pancia a “listarelle”, ciascuna larga circa un centimetro.

CONTINUA A LEGGERE SU BRACIAMIANCORA.COM

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sa cordula sarda, come preparare una prelibatezza di carne

Today è in caricamento