Giovedì, 24 Giugno 2021
il diplomatico di cellino

La soffiata di Al Bano: "Ho chiesto a Salvini di incontrare Putin"

Il cantante pugliese starebbe organizzando un appuntamento a Budapest in occasione dei mondiali di Judo

Matteo Salvini e Al Bano

Il rapporto di simpatia e stima tra Al Bano Carrisi e Vladimir Putin non è mai stato un segreto, tanto che due anni fa il cantante di Cellino San Marco era stato inserito nella black list dell'Ucraina, considerato "una minaccia alla sicurezza nazionale" per aver espresso ammirazione nei confronti del presidente russo. 

Un allarme rientrato nel giro di pochi mesi, facendo tirare un sospiro di sollievo ad Al Bano, da sempre molto legato ai Paesi dell'est Europa. L'artista potrebbe avere adesso addirittura una funzione diplomatica, stando ai suoi ultimi racconti, e fare da 'cerimoniere' durante un incontro fra Matteo Salvini e Putin. "Mi hanno chiesto di chiamare Salvini per capire se è libero e ha la possibilità di venire, cosa che ho fatto" ha raccontato a 'Un giorno da pecora', su Rai Radio1, parlando dell'inno ufficiale dei mondiali di Judo a Budapest, che porta la sua firma.

La risposta di Salvini? "Dovrebbe andare, dipende dai suoi impegni" ha detto Al Bano, che ha fatto sapere ancora: "Lui mi ha detto 'mi piacerebbe, devo vedere come sarò messo col mio lavoro'". Come presenterebbe il leader leghista a Putin? "Come si fa con tutti: caro Vladimir, ti presento Matteo Salvini. Ovviamente in inglese". Che domande. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La soffiata di Al Bano: "Ho chiesto a Salvini di incontrare Putin"

Today è in caricamento